Ufficio federale dell'ambiente UFAM

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser meno recenti. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un browser come Firefox 3 o Internet Explorer 7.

Inizio selezione lingua



Inizio navigazione principale

Fine navigazione principale


Inizio zona contenuto



Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP)

Nel quadro del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (United Nations Environment Programme, UNEP) l’UFAM presenta le richieste della Svizzera, in particolare nell’ambito dei seguenti temi principali: rafforzamento dell’UNEP quale pilastro centrale del sistema ambientale globale, prodotti chimici e rifiuti, attuazione e applicazione degli accordi in campo ambientale, eliminazione di lacune nel dispositivo normativo internazionale, monitoraggio e valutazione.

Il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (United Nations Environment Programme, UNEP), che ha sede a Nairobi (Kenya), è stato istituito dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1972 in seguito alla Conferenza di Stoccolma sulla protezione dell'ambiente. Il suo mandato consiste nel raccogliere e valutare dati ambientali a livello globale, regionale e nazionale, nello sviluppare strumenti politici per la protezione dell'ambiente e nell'assumere un ruolo di coordinamento e orientamento della politica.

Per consentire all'UNEP di svolgere il proprio ruolo guida in ambito ambientale, da parte dei Paesi membri sono necessari, oltre a un sostegno politico, anche una migliore attuazione del mandato dell'UNEP e la garanzia di un finanziamento stabile. Nel quadro del rafforzamento della governance internazionale in campo ambientale (International Environmental Governance, IEG) sono state elaborate misure e raccomandazioni per il rafforzamento dell'UNEP. Durante la Conferenza dell'ONU sullo sviluppo sostenibile svoltasi nel giugno del 2012 a Rio de Janeiro (Rio+20) è stato deciso di rafforzare l'UNEP in particolare mediante l'introduzione dell'adesione universale e dell'elaborazione di strategie ambientali nel sistema onusiano. In occasione della prima riunione dell'UNEP con adesione universale formale, tenutasi nel febbraio 2013, sono state concretizzate le misure decise a Rio. La Svizzera si impegna in particolare affinché l'UNEP possa effettivamente garantire la sua funzione di coordinamento mediante la formulazione di obiettivi e strategie di politica ambientale. In questo contesto hanno un ruolo importante anche gli obiettivi ambientali globali formulati in origine su iniziativa della Svizzera.

Il settore dei prodotti chimici e dei rifiuti rappresenta uno dei principali punti di forza dell'impegno della Svizzera nel quadro dell'UNEP. Il programma deve continuare a garantire attivamente il proprio ruolo guida, soprattutto in relazione ai lavori preparatori nei settori disciplinati in misura insufficiente dall'attuale regime ambientale globale (metalli pesanti, sostanze ormonali, inquinanti endocrini, nanotecnologia). L'UNEP deve poter assumere un ruolo guida anche nell'attuazione della strategia globale relativa ai prodotti chimici (Strategic Approach to International Chemicals Management, SAICM).

Per il resto è importante accompagnare attivamente le attività correnti dell'UNEP, segnatamente per quanto concerne il monitoraggio, la valutazione, il coordinamento e lo sviluppo di strumenti di politica ambientale - incluso un migliore sostegno delle convenzioni ambientali -, l'acqua dolce, la gestione degli ecosistemi, la biodiversità, l'uso efficiente delle risorse, l'economia verde e i modelli di produzione e di consumo sostenibili.


Contatto: international@bafu.admin.ch
Ultimo aggiornamento: 22.10.2013

Fine zona contenuto




Ufficio federale dell'ambiente UFAM
info@bafu.admin.ch | Basi legali
http://www.bafu.admin.ch/international/04742/10674/index.html?lang=it