Composti organici volatili nelle acque sotterranee

La presenza di composti organici volatili (COV) in concentrazioni superiori a 1 microgrammo per litro nelle acque sotterranee è stata rilevata in circa l'4 per cento delle stazioni di misurazione dislocate sul territorio nazionale. Nelle zone a carattere prevalentemente urbano le concentrazioni di COV superano questo valore nel 14 per cento delle stazioni di misurazione.

Nel 2013 le concentrazioni dei composti organici volatili (COV) analizzati sono risultate superiori a 1 microgrammo per litro nel 4 per cento delle stazioni di misurazione NAQUA. Complessivamente la presenza di COV è stata appurata nel 27 per cento delle stazioni.

Concentrazioni di composti organici volatili COV nel 2013 e densità insediativa. Valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazioni di composti organici volatili COV nel 2013 e densità insediativa. Valore massimo per stazione di misurazione.

Sostanze

Le sostanze più diffuse sono gli idrocarburi alogenati volatili VOX, specialmente il tri- e tetracloroetene, la cui presenza presso molte stazioni di misurazione è stata accertata di frequente e in concentrazioni superiori al valore limite di 1 microgrammo per litro fissato per i VOX dall'ordinanza sulla protezione delle acque (OPAc). Entrambe le sostanze chimiche, impiegate anche come solventi nella pulizia tessile e nell'industria per la lavorazione dei metalli, sono difficilmente degradabili nelle acque sotterranee.

Un'altra sostanza riscontrata con una certa frequenza nelle falde freatiche è il metil-ter-butil etere MTBE, un additivo antidetonante della benzina in uso dalla metà degli anni Ottanta. Il MTBE è caratterizzato da una buona solubilità in acqua e ha una persistenza relativamente lunga nel sottosuolo, poiché non si fissa alle particelle del terreno ed è difficilmente degradabile dai microrganismi.

Gli idrocarburi aromatici monociclici sono stati rilevati molto più raramente nelle acque sotterranee.


Utilizzazione del suolo

Il maggior inquinamento da COV nelle acque sotterranee si è riscontrato nelle zone urbane: nel 2013 concentrazioni di COV superiori a 1 microgrammo per litro sono state accertate nel 14 per cento di queste stazioni di misurazione.

Concentrazione di composti organici volatili COV nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazione di composti organici volatili COV nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione.

Altri dati

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 29.08.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/stato-delle-acque/stato-delle-acque-sotterranee/qualita-delle-acque-sotterranee/composti-organici-volatili-nelle-acque-sotterranee.html