Ambienti vitali: Biodiversità in rete

«L‘ambiente» prende come esempio cinque ambienti tipici della Svizzera per documentare le massicce perdite di biodiversità che stanno subendo. E mostrare le iniziative che fanno sperare in un’inversione di tendenza.

Idea e testo di Gregor Klaus

© Darius Murawski

L'abbondanza di specie e forme di vita presenti sulla Terra è impressionante. Nei diversi ecosistemi, specie animali, vegetali e fungine si riuniscono in comunità caratteristiche, connesse fra loro da legami di dipendenza ed interazioni quasi infinite. Ogni specie vegetale serve, in media, da base vitale a dieci specie animali in un sistema in cui nulla è casuale.

Basi esistenziali minacciate

Il principale colpevole della riduzione della biodiversità è l’uomo: è questo ciò che preoccupa di più. L'attuale produzione alimentare, con il suo elevato apporto di fertilizzanti e pesticidi, è troppo intensiva e gli insediamenti non smettono di avanzare, riducendo costantemente la consistenza numerica delle singole popolazioni di animali, vegetali e funghi. Decimate, le popolazioni finiscono prima o poi per scomparire, minacciando l'interazione fra specie e il funzionamento degli ecosistemi – e con esso il nostro stesso sostentamento.

Le perdite interessano in modo particolare le specie che si sono adattate e specializzate a vivere in un particolare habitat. Da noi, si tratta ad esempio delle specie tipiche delle zone palustri, dei prati e pascoli magri, delle zone golenali e dei boschi radi, tutti ecosistemi che hanno subito importanti perdite qualitative e quantitative negli ultimi 100 anni. Non mancano tuttavia anche delle realtà in controtendenza: paludi riallagate, prati riseminati a fiori, zone golenali rivitalizzate, nuove riserve forestali e habitat seminaturali nelle zone residenziali.

Cinque ecosistemi importanti

Nelle pagine seguenti è illustrato a titolo d’esempio lo stato ecologico di cinque importanti habitat della Svizzera e le cause della loro perdita di biodiversità. Gli occhi sono tuttavia puntati anche su iniziative esemplari, che dimostrano che le inversioni di tendenza sono possibili e che tutti traggono beneficio dalla conservazione e dalla promozione del capitale naturale.

Contatto
Ultima modifica 06.03.2019

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/biodiversita/dossier/webzine2019-1-dossier/biodiversita-in-rete.html