Accordi settoriali

La legge sulla protezione dell'ambiente (LPAmb, art. 41a) e la legge sul CO2 (art. 3 cpv. 4) consentono alla Confederazione di stipulare accordi con settori eco-nomici.

Questi accordi sono stipulati soltanto con interi settori economici. Contengono, ad esempio, degli obiettivi di riduzione quantitativa delle emissioni di inquinanti o di gas serra e definiscono principi per l'utilizzo efficiente e il riutilizzo di una sostanza nociva (buone pratiche), per lo smaltimento della stessa e per l'impiego di nuove tecnologie.

Nel settore del clima sono stati conclusi i seguenti accordi settoriali:

Soluzione settoriale volontaria per l'esafluoruro di zolfo

Questa soluzione settoriale volontaria, coordinata da Swissmem, mira a limitare al massimo l'utilizzo e le emissioni di esafluoruro di zolfo.

Accordo sugli obiettivi del DATEC concernente gli impianti di trattamento dei rifiuti in Svizzera

Detto accordo, sottoscritto nell'agosto 2014, mira a ridurre le emissioni generate dall'incenerimento dei rifiuti e a definire incentivi per un utilizzo più efficiente dell'energia negli impianti di incenerimento dei rifiuti urbani (IIRU).

la LPAmb autorizza inoltre i Cantoni a concludere accordi simili con settori economici.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 28.09.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/clima/info-specialisti/politica-climatica/accordi-settoriali.html