Informazioni per i gestori di impianti nel SSQE

I gestori di impianti che partecipano al sistema di scambio di quote di emissioni (SSQE) sono esentati dalla tassa sul CO2. Devono elaborare un piano di monitoraggio e, sulla base dello stesso, stilare annualmente un resoconto sulle proprie emissioni. Un partecipante al SSQE deve consegnare ogni anno, in misura corrispondente alle emissioni di gas serra effettive, i diritti di emissione o, se ammesso, i certificati di riduzione delle emissioni nel Registro svizzero dello scambio di quote di emissioni.


1. Partecipazione e uscita dal SSQE

I gestori di impianti che esercitano un’attività secondo l’allegato 6 dell’ordinanza sul CO2 la notificano all’UFAM al più tardi tre mesi dopo l’avvio dell’attività.

I gestori di impianti che desiderano partecipare a titolo volontario al SSQE devono notificarlo al più tardi sei mesi dopo aver soddisfatto le condizioni di partecipazione di cui all’articolo 42 dell’ordinanza sul CO2.

I gestori di impianti che soddisfano le condizioni per un esonero dall’obbligo di partecipare al SSQE (art. 41 dell’ordinanza sul CO2) o che non soddisfano più durevolmente le condizioni per la partecipazione al SSQE (art. 43a dell’ordinanza sul CO2) possono chiedere entro il 1º giugno di non partecipare più al SSQE a decorrere dall’inizio dell’anno successivo.


2. Piano di monitoraggio e rapporto di monitoraggio annuo

Il piano di monitoraggio mostra la situazione delle emissioni, come si possono sorvegliare e con quale correttezza. Deve essere allestito una tantum per mezzo dei documenti sottostanti e in seguito costantemente aggiornato.

In base al piano di monitoraggio occorre inoltrare annualmente all’UFAM entro il 31 marzo dell’anno successivo un rapporto di monitoraggio. Un’impresa SSQE può inoltrare direttamente all’UFAM per mezzo dei documenti sottostanti i suoi dati di monitoraggio e la contabilità delle merci aggiuntiva. Per l’immissione dei dati di monitoraggio, l’Agenzia dell’energia per l’economia (AEnEC) mette a disposizione a prezzo di costo un software standard, Hegibachstrasse 47, casella postale, 8032 Zurigo, info@enaw.ch, telefono +41 44 421 34 45).

I partecipanti al SSQE sono responsabili dell’immissione dei dati entro i termini stabiliti e della loro correttezza. L’UFAM può richiedere che la verifica del rapporto di monitoraggio avvenga per ordine e a spese del partecipante al SSQE. Possono effettuare la verifica i terzi indipendenti facenti parte dell’elenco sottostante. Altre terze parti indipendenti possono candidarsi all’iscrizione nell’elenco dell’UFAM. Per essere prese in considerazione devono soddisfare almeno i criteri di idoneità definiti. L’UFAM può richiedere ulteriori informazioni.

Terze parti indipendenti possono candidarsi all'iscrizione nell'elenco dell'UFAM. Per essere prese in considerazione devono soddisfare i criteri di idoneità riportati nel documento seguente. L'UFAM può chiedere ulteriori criteri.


3. Obbligo di consegna di diritti di emissione e di certificati di riduzione delle emissioni

Il gestore di impianti è tenuto a consegnare annualmente all’UFAM entro il 30 aprile, in misura corrispondente alle emissioni di gas serra effettive dell’anno precedente, i diritti di emissione o, qualora ammessi, i certificati di riduzione delle emissioni. Per questi ultimi, oltre alla quantità limitata di cui all’articolo 48 dell’ordinanza sul CO2, occorre rispettare anche i requisiti di qualità di cui all’articolo 4 dell’ordinanza sul CO2.

Informazioni supplementari sulla computabilità di diritti di emissione sono disponibili su Collegamento con il SSQE europeo.


4. Vendita all’asta di diritti di emissione

L’UFAM vende periodicamente all'asta diritti di emissione attraverso il Registro svizzero dello scambio di quote di emissioni. Le vendite all’asta possono svolgersi più volte all’anno. Informazioni dettagliate sulla vendita all’asta sono disponibili nella relativa scheda informativa e nelle condizioni generali per la messa all'asta (https://www.bafu.admin.ch/registroquote). Le scadenze, le quantità messe all’asta, i volumi massimi e minimi delle offerte relativi alle vendite all’asta future, come pure i risultati di quelle già avvenute, sono pubblicati nel Registro svizzero dello scambio di quote di emissioni (https://www.emissionsregistry.admin.ch).


5. Restituzione della tassa sul CO2

La tassa sul CO2 è riscossa al momento dell’acquisto dei combustibili fossili a prescindere dall’esenzione. Un gestore di impianti esentato dalla tassa sul CO2 può farsi rimborsare la tassa versata. La domanda di rimborso deve essere inoltrata all’Amministrazione federale delle dogane allegando le relative fatture dei combustibili.


6. Modifiche agli impianti e adeguamento dell’assegnazione gratuita

I cambiamenti che interessano impianti con emissioni elevate o strutture giuridiche che si ripercuotono sull’assegnazione gratuita dei diritti di emissione o sul monitoraggio delle emissioni devono essere notificati immediatamente all’UFAM.


7. Regolamentazione del caso di rigore

Se i diritti di emissione europei non sono ancora riconosciuti nel SSQE svizzero o in caso di sospensione del collegamento con il SSQE europeo, un partecipante può, a determinate condizioni, presentare una domanda di trattamento quale caso di rigore. Ulteriori informazioni in merito sono disponibili alla pagina Collegamento con il SSQE europeo.


8. Mancato adempimento dell’obbligo

Se un gestore di impianti non consegna una quantità sufficiente di diritti di emissione e di certificati di riduzione delle emissioni entro la scadenza prestabilita, per la quantità mancante di cui all’articolo 21 della legge sul CO2 viene imputata una sanzione di 125 franchi per tonnellata di CO2 equivalente. Il gestore di impianti deve consegnare i diritti di emissione o i certificati di riduzione delle emissioni mancanti al più tardi entro il 31 gennaio dell’anno successivo. In caso contrario, l’UFAM accredita al gestore quantità mancante nel quadro della successiva assegnazione annuale a titolo gratuito dei diritti di emissione.

Emissionshandelssystem EHS

Cover Emissionshandelssystem EHS

Questa pubblicazione non esiste in italiano. È disponibile in altre lingue. 2020

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 03.12.2019

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/clima/info-specialisti/politica-climatica/scambio-di-quote-di-emissioni/sistema-svizzero-di-scambio-di-quote-di-emissioni--ssqe-/sistema-svizzero-di-scambio-di-quote-di-emissioni--ssqe---inform.html