Concezione «Paesaggio svizzero» : approccio efficace nella protezione del paesaggio

Berna, 07.12.2012 - Nella sua seduta del 7 dicembre 2012, il Consiglio federale ha preso atto di un rapporto sullo stato dell’attuazione degli obiettivi della Concezione «Paesaggio svizzero» (CPS) e di un altro sullo stato della realizzazione e sull’efficacia delle misure adottate. Al contempo ha incaricato il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) di aggiornare la CPS.

Nel 1997, al momento dell'elaborazione della Concezione «Paesaggio svizzero» (CPS), l'Ufficio federale dell'ambiente, della foresta e del paesaggio, allora responsabile degli aspetti legati alla protezione della natura e del paesaggio, ha definito in collaborazione con altri servizi federali degli obiettivi in questo ambito. L'Ufficio federale per la pianificazione territoriale di allora (oggi: Ufficio federale della pianificazione del territorio) ha svolto un ruolo importante, in quanto la CPS è uno strumento formale del diritto in materia di pianificazione del territorio.

Durante la sua seduta del 7 dicembre 2012, il Consiglio federale ha preso atto di un rapporto sullo stato dell'attuazione degli obiettivi della CPS e di un altro sullo stato della realizzazione e sull'efficacia delle misure adottate. Dai rapporti si evince che gli obiettivi ambiziosi sono stati raggiunti e che la maggior parte delle misure sono state realizzate. La procedura decisa a suo tempo ha portato a una migliore comprensione reciproca e a una cultura moderna di risoluzione dei conflitti fra protezione e utilizzo.

Dall'entrata in vigore della CPS, le condizioni quadro politiche, economiche e tecniche di molti settori sono mutate. Per tale ragione, il Consiglio federale ha incaricato il DATEC di aggiornare la CPS, armonizzandola inoltre con le strategie, le decisioni e i piani d'azione adottati nel frattempo dalla Confederazione, in particolare il Progetto territoriale Svizzera, la Strategia Biodiversità Svizzera o la Strategia energetica 2050.


Indirizzo cui rivolgere domande

Andreas Stalder, responsabile della sezione Gestione del paesaggio, divisione Specie, ecosistemi, paesaggi, Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), tel. 031 322 93 75



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/paesaggio/comunicati.msg-id-47070.html