Compiti e misure della Confederazione

La Confederazione annovera fra i propri compiti il monitoraggio delle attività sismiche e la stima della pericolosità a livello nazionale. Inoltre è responsabile della protezione sismica delle costruzioni e degli impianti di sua proprietà. Le sue attività di vigilanza comprendono anche misure di prevenzione sismica. In caso di eventi sismici, la Confederazione deve sostenere i Cantoni secondo il principio di sussidiarietà.

Dal 2001 la Confederazione coordina le proprie attività nel settore della gestione dei rischi sismici nel quadro di un programma di misure. Queste attività interessano i quattro ambiti seguenti:

1. Collaborazione

La collaborazione istituzionalizzata tra i servizi federali, da un lato, e fra la Confederazione e altri importanti portatori di interesse, quali i Cantoni, le associazioni professionali e le assicurazioni, dall’altro, è importante per attuare in modo efficiente la gestione dei rischi sismici in Svizzera. Questa collaborazione istituzionalizzata va consolidata sulla base dei risultati del progetto, avviato nel 2015, di sorveglianza dei compiti e della suddivisione dei ruoli della Confederazione in ambito sismico «Überprüfung der Aufgaben- und Rollenteilung im Bereich Erdbeben auf Bundesebene» e dei rapporti di collaborazione già in corso. Il coordinamento delle relative misure è garantito dal Centro di coordinamento per la prevenzione dei sismi istituito presso l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM).

2. Predisposizione di basi

Mediante la sensibilizzazione, l’informazione, l'elaborazione e la diffusione di documenti di base e di possibili soluzioni, la Confederazione intende aumentare la consapevolezza e l’autoresponsabilità di tutte le parti interessate e incentivare in questo modo l’adozione di misure preventive e precauzionali.

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) presso il Politecnico federale di Zurigo è il servizio della Confederazione competente per i terremoti (naturali e indotti). Sorveglia l’attività sismica in Svizzera e valuta la pericolosità sismica in base allo stato attuale della scienza e della tecnica. Inoltre, dal 2017 è responsabile dell’elaborazione e della gestione di un modello del rischio sismico per la Svizzera.

L’UFAM è il servizio competente della Confederazione in materia di protezione sismica e insieme alle associazioni specializzate rilevanti e ai servizi della Confederazione elabora e aggiorna le basi tecniche necessarie per l’attuazione della protezione sismica in Svizzera.

3. Attuazione della protezione sismica nella sfera di competenza della Confederazione

Gli organi della costruzione e degli immobili della Confederazione (OCI) garantiscono nel quadro dei loro progetti di costruzione il rispetto degli appositi requisiti normativi. A tal fine applicano le disposizioni, elaborate dall’UFAM, sulla sicurezza sismica degli edifici della Confederazione «Erdbebenschutz bei Bauvorhaben des Bundes». L’Ufficio federale delle strade garantisce l’attuazione delle prescrizioni in materia di protezione sismica nell’ambito delle strade nazionali.

Dal 2002 in Svizzera e dal 2009 all’estero, la Confederazione stila un inventario sulla sicurezza sismica di tutte le sue costruzioni più importanti. Per gli edifici critici individuati sono da eseguire analisi approfondite in modo tempestivo e da prendere le misure proporzionate di sicurezza sismica necessarie.

Le autorità della Confederazione preposte alla vigilanza e al rilascio di autorizzazioni esigono che negli ambiti di loro competenza vengano attuati i requisiti normativi vigenti in materia di protezione sismica. A tal fine, in collaborazione con l’UFAM, sono elaborati e utilizzati direttive, strumenti e procedure di controllo specifici.

4. Preparativi per la gestione degli eventi

La gestione di terremoti significativi può esigere entro breve tempo mezzi e possibilità superiori a quelli di cui dispongono dei cantoni interessati. Le ripercussioni possono incidere in maniera significativa sulle basi dell’esistenza e causare importanti effetti sociali, economici e politici a lungo termine. In caso di evento, il Consiglio federale guida l’intervento a livello di Confederazione. In caso di un evento di portata nazionale entra in azione lo Stato maggiore federale NBCN, che valuta la situazione generale e coordina l’impiego delle risorse supplementari necessarie. Dirige le misure previste dalla Confederazione per la gestione dell’evento e provvede affinché siano coordinate con quelle dei Cantoni. Se necessario, elabora le richieste all’attenzione del Consiglio federale.

Nella pianificazione preventiva nazionale “Terremoto” si definiscono i ruoli dei diversi servizi federali in caso di eventi sismici e ottimizza la collaborazione tra la Confederazione e i Cantoni. Su questa base i servizi federali interessati devono attuare i preparativi necessari. Per pianificare il proprio intervento, lo Stato maggiore federale NBCN dispone di una strategia iniziale e di approcci volti a garantire una strategia a lungo termine basata sulla pianificazione preventiva nazionale.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 30.10.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/pericoli-naturali/informazioni-per-gli-specialisti--terremoti/programma-di-misure-della-confederazione.html