Pneumatici usati

La raccolta differenziata dei pneumatici usati è vantaggiosa dal punto di vista ecologico. Infatti i pneumatici usati possono essere rinnovati e utilizzati al posto di quelli nuovi. Se non è possibile riutilizzarli, i pneumatici usati possono essere rivalorizzati dal punto di vista materiale o energetico. La restituzione presso i punti di raccolta (p. es. garagisti o aziende specializzate) garantisce che il materiale venga smaltito in modo ecologico.

I pneumatici usati di veicoli per i quali è richiesta una licenza di circolazione appartengono, secondo l'ordinanza sul traffico dei rifiuti (OTRif), alla categoria «altri rifiuti soggetti a controllo». Il controllo delle imprese di smaltimento a livello nazionale e del traffico internazionale di rifiuti garantisce un'eliminazione rispettosa dell'ambiente dei pneumatici usati.

Valutazione ecologica

I pneumatici sono composti da caucciù sintetico o naturale, fuliggine e ossido di silicio come pure acciaio e tela di fibra. Inoltre sono aggiunti additivi come zinco, piombo e zolfo. In particolare a causa di quest'ultimi il deposito o lo smaltimento scorretti di pneumatici usati rappresenta un rischio notevole per l'ambiente. Un rischio potenziale esiste per le acque di superficie, le acque sotterranee e il suolo, soprattutto in caso di incendio. Per questo motivo le imprese di smaltimento prestano particolare attenzione alla sicurezza contro gli incendi.

Raccolta differenziata

I pneumatici usati possono essere ritornati a garagisti, commercianti specializzati e commercianti di pneumatici usati. Tali pneumatici, conformemente all'OTRif, possono essere consegnati solo alle imprese di smaltimento autorizzate. Diversi siti web indicano i luoghi in cui è possibile conferire i pneumatici usati per lo smaltimento.

Anche i pneumatici usati di biciclette e piccoli veicoli possono essere valorizzati in grandi quantità nei cementifici mediante il servizio di smaltimento pneumatici. Piccole quantità possono anche essere smaltite assieme ai rifiuti domestici.

Imprese di smaltimento provviste di autorizzazione ai sensi dell'OTRif:

Smaltimento e riciclaggio

Dal punto di vista ambientale la soluzione migliore è la rigommatura. I pneumatici ancora in ottimo stato possono essere muniti di un nuovo battistrada. Mediante la cosiddetta rigenerazione i pneumatici ricevono una seconda vita, con conseguente riduzione del consumo di pneumatici nuovi e quindi un contributo a favore dell'ambiente.

Se i pneumatici non sono più idonei, è opportuno per quanto possibile riciclarli dal punto di vista materiale. Mediante procedimenti meccanici è possibile estrarre dai pneumatici usati acciaio e gomma, che possono essere reimpiegati come materie prime.

Infine vi è la possibilità della valorizzazione energetica. Attraverso l'incenerimentoin un cementificio è possibile risparmiare vettori energetici fossili.

Le imprese di smaltimento in Svizzera necessitano di un'autorizzazione dell'ufficio cantonale competente.

Le esportazioni e le importazioni di pneumatici usati devono essere autorizzate dall'UFAM. In genere, l'esportazione in Stati non appartenenti all'OCSE o all'Unione europea è vietata. Solo i pneumatici d'occasione utilizzabili con sufficiente profondità del profilo sono considerati merci e possono essere esportati senza autorizzazione da parte dell'UFAM. In collaborazione con l'ASP, l'UFAM ha creato un sistema di controllo in grado di garantire mediante verifiche aziendali e a campione che gli esportatori rispettino le disposizioni.

Finanziamento

Il finanziamento avviene secondo il principio di causalità. Una parte dell'industria automobilistica e del commercio di pneumatici preleva su ogni pneumatico usato un contributo di smaltimento posticipato.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 21.06.2019

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-abfall/abfallwegweiser--stichworte-a--z/altreifen.html