Sito contaminati: introduzione

La gestione dei siti contaminati, l'eliminazione dei "peccati del passato", non è una scienza esatta, bensì una misura di bonifica irta d'incognite e di imponderabilità.

I tempi cambiano: ciò che ieri veniva tollerato, oggi può essere considerato un problema. Nonostante accurati accertamenti, nell'ambito di un progetto di costruzione capita ancora di rilevare i residui di un'azienda che non esiste più da molto tempo e di cui nessuno è più a conoscenza. Molti siti su cui decenni fa si sono depositati rifiuti con trascuratezza, sebbene spesso in conformità con lo stato della tecnica dell'epoca o perfino con l'autorizzazione (o perlomeno la tolleranza) delle autorità, sono nel frattempo diventati siti contaminati e devono pertanto essere risanati.

Il compito della gestione dei siti contaminati è quello di rimediare ai "peccati del passato" per trasmettere alle future generazioni il minor numero possibile di ipoteche ambientali. Tuttavia, si tratta di una materia assai complessa e intricata, che presenta spesso inevitabili incognite. In particolare nei siti industriali si tratta di ricostruire, per quanto possibile, la storia del luogo al fine di valutare il rischio relativo alla presenza di siti inquinati, che comportano poi conseguenze onerose in termini di costi e di tempo.

Tocchiamo qui l'aspetto finanziario: contrariamente al settore dello smaltimento dei rifiuti, dove in molti casi (ad esempio nello smaltimento dei rifiuti urbani) i costi sono ripartiti su milioni di produttori di rifiuti, la problematica dei siti contaminati tocca spesso singole persone o singole imprese. Siccome i risanamenti di tali siti sono spesso molto costosi, chi è tenuto al risanamento rischia di trovarsi in grosse difficoltà finanziarie. Fino a che punto si possono esigere sacrifici finanziari da un'impresa "per poter chiudere i conti con il passato" senza che debba essere messa in discussione l'esistenza stessa dell'impresa?

La gestione dei siti contaminati, in particolare l'aspetto finanziario sono questioni che generalmente toccano sia il diritto privato sia la sfera personale degli interessati. L'inquinamento del suolo può, infatti, comportare per il proprietario del fondo una sensibile svalutazione dello stesso come pure una sua limitazione d'uso. Per evitare ingiustizie, è quindi molto importante che il trattamento dei siti contaminati avvenga a tappe, con prudenza e tenendo conto delle peculiarità di ogni singolo caso.

Contatto
Ultima modifica 11.09.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-altlasten/altlasten--fachinformationen/altlasten--grundlagen/altlasten--einleitung.html