Salute degli animali

Le malattie possono debilitare notevolmente le popolazioni di fauna selvatica e ittica. I servizi specializzati della Confederazione per le malattie animali sono l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (UDAV) e il Centro di medicina della fauna ittica e selvatica (FIWI). L’UFAM sostiene la ricerca relativa alle malattie animali e al loro monitoraggio.

Salute della fauna selvatica

L'ordinanza sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (OCP) obbliga la Confederazione a sostenere la ricerca sulle malattie che colpiscono la fauna selvatica (art. 11 cpv. 3).

Il programma WILDVET garantisce il monitoraggio dello stato di salute della fauna selvatica in Svizzera. Ciò implica la diagnosi delle cause di decesso degli animali ritrovati senza vita come pure l'accertamento delle cause e i possibili trattamenti di malattie problematiche della fauna selvatica.

Scabbia, peste suina e cecità dei camosci sono le tre malattie che creano i maggiori problemi alla fauna selvatica e che possono assumere anche forme epidemiche. Al momento non è stata comprovata la presenza di tubercolosi negli animali selvatici autoctoni. Sussiste tuttavia il rischio di contagio di popolazioni di fauna selvatica nelle regioni di confine.

Cura e detenzione temporanea dei ricci 

I ricci sono animali selvatici, non da compagnia, ma siccome in Svizzera vivono principalmente in zone residenziali è possibile trovarne di malati o feriti. Per la loro cura possono essere affidati temporaneamente a esperti. La cura e la detenzione temporanea dei ricci da parte di esperti (presso cosiddetti pronto soccorso per ricci) devono soddisfare determinati requisiti. La protezione del Riccio comune (Erinaceus europaeus) è disciplinata diversamente nei singoli Cantoni ma in linea di principio non è prevista la detenzione privata al di fuori dei pronto soccorso per ricci. 

L’unico scopo di questo tipo di cura è rimettere in libertà animali in grado di sopravvivere e non si deve cercare di addomesticare i ricci recuperati. La detenzione dei ricci in cattività a contatto con gli esseri umani deve inoltre essere il più breve possibile. I ricci vanno rispettati come animali selvatici e non devono assolutamente essere resi animali domestici da giardino. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai servizi cantonali di protezione della natura.

Anforderungen an die temporäre Haltung und Notpflege von Igeln

Cover Haltung und Notpflege von Igel

Questa pubblicazione non esiste in italiano. È disponibile in altre lingue.

Salute delle popolazioni ittiche

Il buon stato di salute delle popolazioni ittiche e dei gamberi costituisce la premessa affinché si mantengano intatte o crescano. La salute di dette popolazioni è minacciata soprattutto da due epizoozie: la malattia renale proliferativa (MRP) dei pesci e la peste del gambero.

Ihr Browser kann leider keine eingebetteten Frames anzeigen:
Sie können die eingebettete Seite über den folgenden Verweis
aufrufen: SELFHTML

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 11.04.2017

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-biodiversitaet/biodiversitaet--fachinformationen/massnahmen-zur-erhaltung-und-foerderung-der-biodiversitaet/erhaltung-und-foerderung-von-arten/regulation-von-wildtierbestaenden-und-wildtiergesundheit/tiergesundheit.html