Altri artropodi ematofagi

Con l’adozione di misure preventive adeguate e il riconoscimento tempestivo, è possibile proteggersi dagli artropodi entamofagi (che si nutrono di sangue) e/o combatterli in modo rapido ed efficiente.

Zecche dopo un pasto a base di sangue.
© Pixabay

Anche gli artropodi entamofagi come zecche, acari e pulci possono infestare l’uomo e alcuni di essi possono causare reazioni allergiche, se non addirittura trasmettere malattie. Le loro punture provocano spesso prurito alla pelle (con formazione di bolle).

 In Svizzera, le zecche possono trasmettere, tra l’altro, la borreliosi di Lyme e la meningoencefalite primaverile-estiva (FSME). Se diagnosticata per tempo, la borreliosi di Lyme può essere trattata con antibiotici mentre per la FSME è disponibile un vaccino. Maggiori informazioni sulle malattie trasmesse dalle zecche, sulle zone a rischio e sulle raccomandazioni di vaccinazione sono disponibili sul sito web dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP):

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 28.04.2020

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-chemikalien/chemikalien--fachinformationen/sorgfaeltiger-umgang-mit-biozidprodukten/schaedlingsbekaempfung-v2/andere-blutsaugende-gliedertiere.html