Prescrizioni sulle emissioni per l’industria e l’artigianato

L’ordinanza contro l’inquinamento atmosferico (OIAt) fissa limitazioni generali delle emissioni valide per tutti gli impianti. Inoltre contiene prescrizioni complementari o derogatorie per determinati tipi di impianti. Per alcuni impianti, l’UFAM ha elaborato degli aiuti all’esecuzione, al fine di concretizzare le prescrizioni generali dell’OIAt e quindi di semplificare e uniformare l’esecuzione.

Nell'industria e nell'artigianato esistono i più svariati tipi di impianti e processi che possono generare diversi inquinanti. L'OIAt ne tiene conto fissando, nell'allegato 1, una limitazione preventiva generale delle emissioni, che vale per tutti i tipi di impianti. Per «impianti stazionari» s'intendono ad esempio opere edili, dispositivi fissi, modifiche del terreno, apparecchi e macchine.

Limitazioni complementari o derogatorie

Per determinati impianti valgono inoltre limitazioni complementari o derogatorie delle emissioni. L'allegato 2 OIAt stabilisce le prescrizioni e i valori limite delle emissioni per questi impianti, tra cui figurano:

  • i cantieri,
  • gli impianti d'incenerimento dei rifiuti urbani,
  • i forni crematori,
  • le raffinerie,
  • le cisterne,
  • i forni per cemento.

Per alcuni di questi impianti speciali, l'UFAM ha elaborato degli aiuti all'esecuzione per semplificare e uniformare l'esecuzione.

Cantieri edili

Protezione dell’aria sui cantieri edili

Cover Protezione dell’aria sui cantieri edili

Direttiva concernente misure funzionali e tecniche per la limitazione delle emissioni di inquinanti atmosferici dai cantieri (Direttiva aria cantieri). Edizione completata. 2016

Sili di ghiaia e cave

Lavori anticorrosione

I lavori anticorrosione effettuati su una superficie di risanamento di oltre 50 m2 sono soggetti all'obbligo di notifica presso l'autorità cantonale competente. In caso di esecuzione sui cantieri della Confederazione occorre informare anche le autorità federali competenti. La pubblicazione «Protezione contro la corrosione all'aperto» illustra gli aspetti e i passi più importanti per il risanamento o il rinnovamento anticorrosione.

Forni crematori

Rapporto Cercl’Air sulla riduzione delle emissioni nei crematori (PDF, 97 kB, 31.07.2015)Rapporto del gruppo di lavoro dell’associazione Cercl’Air sulla riduzione delle emissioni nei crematori e raccomandazione per l’esecuzione dell’OIAt

Distributori di carburante

Nei Cantoni in cui la situazione finanziaria è critica o manca il personale, l'Ispettorato dei distributori dell'UPSA e i suoi tecnici qualificati gestiscono - con successo e piena soddisfazione delle autorità - il controllo dei sistemi di ricupero dei vapori di benzina.

Geruchsempfehlung als Entwurf 2015

Diese Vollzugshilfe zeigt auf, wie mit standardisierten Verfahren methodisch erfasst werden kann, ob die von einer Anlage verursachten Geruchsimmissionen übermässig im Sinne der Luftreinhalte-Verordnung sind. Sie ist für die Beurteilung von Geruchsemissionen und Geruchsimmissionen bei neuen und bestehenden stationären Anlagen anwendbar. Die vorliegende Geruchsempfehlung richtet sich in erster Linie an kantonale und kommunale Vollzugsbehörden.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 17.08.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-luft/luft--fachinformationen/massnahmen-zur-luftreinhaltung/luftreinhaltung-in-industrie-und-gewerbe/emissionsvorschriften-fuer-industrie-und-gewerbe.html