Sihl

Durante gli eventi di piena verificatisi nell’agosto del 2005, la città di Zurigo ha sfiorato gravi danni. La Sihl è quasi esondata, con il rischio di allagare vaste parti del centro e la stazione centrale. Per questo motivo il Cantone di Zurigo ha avviato, in collaborazione con i partner interessati, il progetto di protezione contro le piene della Sihl, del lago di Zurigo e della Limmat.

La protezione contro le piene della Sihl comprende la parte a monte della stazione di Zurigo con i diversi affluenti fino al suo sbocco nella Limmat, poco sotto la stazione centrale di Zurigo.

Necessità d'intervento

Dall'analisi degli eventi del 2005 risulta che la città di Zurigo necessita di un intervento volto a proteggerla da eventi rari. Vaste parti della città tra cui la stazione centrale, uno dei principali nodi ferroviari svizzeri, si trovano sul cono alluvionale della Sihl, dunque in un'area di esondazione. A causa dell'enorme concentrazione di valori, la città presenta uno dei rischi di piena più elevati della Svizzera. Solo nella città di Zurigo, si stima che i danni possano raggiungere i 5,5 miliardi di franchi, senza contare i costi economici, nettamente superiori, causati da disfunzioni, interruzioni e guasti nelle infrastrutture energetiche, delle telecomunicazioni e dei trasporti.

Elaborazione congiunta di soluzioni sostenibili

Il Cantone di Zurigo, d'intesa con tutti i partner interessati, ha di conseguenza avviato una pianificazione integrata volta a migliorare la protezione contro le piene della Sihl, del lago di Zurigo e della Limmat. Dal 2005 sono state attuate diverse misure immediate, mentre numerose misure a medio termine sono attualmente in fase di elaborazione. Queste misure aumentano gradualmente la protezione contro le piene ma non bastano a raggiungere il grado di protezione perseguito. Per una protezione a lungo termine della Sihl, i Cantoni di Zurigo e Svitto stanno analizzando con gli altri attori interessati due possibili approcci:

  • «galleria di scarico»: creazione di una galleria di scarico a Langnau a.A. per deviare i picchi di piena della Sihl nel lago di Zurigo presso Thalwil;
  • «soluzione combinata con il settore energetico»: ampliamento della centrale idroelettrica di Etzel, in modo da poter deviare maggiori quantità di acqua attraverso la condotta forzata dal lago della Sihl nel lago di Zurigo in caso di elevato pericolo di piena.

L'UFAM segue il progetto sia a livello strategico, sia a livello di attuazione dello stesso e si impegna per un progetto di protezione contro le piene moderno e sostenibile che tenga conto delle condizioni quadro legali e sociali.

Informazioni sul progetto:

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 10.06.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-naturgefahren/naturgefahren--dossiers/grossprojekte-hochwasserschutz/sihl.html