Indicatore foreste e legno

Superficie boschiva

Il bosco svolge molte funzioni: fornisce il legno, materia prima rinnovabile, protegge l’uomo dai pericoli naturali e offre uno spazio vitale a numerose piante e animali. È importante per la protezione dell’acqua potabile e svolge un ruolo chiave come pozzo di carbonio. Il bosco crea inoltre posti di lavoro, soprattutto attraverso la raccolta e la trasformazione del legname ed è un importante spazio ricreativo per la popolazione. Per poter svolgere le sue molteplici funzioni, il bosco ha bisogno di una superficie boschiva sufficientemente grande e il meno frammentata possibile.

Valutazione dello stato
buono buono
Valutazione della tendenza
positivo positivo
Sud delle Alpi 2009/13 (IFN4): 185 Alpi 2009/13 (IFN4): 453 Prealpi 2009/13 (IFN4): 232 Altopiano 2009/13 (IFN4): 234 Giura 2009/13 (IFN4): 204 Sud delle Alpi 2004/06 (IFN3): 183 Alpi 2004/06 (IFN3): 435 Prealpi 2004/06 (IFN3): 228 Altopiano 2004/06 (IFN3): 231 Giura 2004/06 (IFN3): 202 Sud delle Alpi 1993/95 (IFN2): 168 Alpi 1993/95 (IFN2): 401 Prealpi 1993/95 (IFN2): 222 Altopiano 1993/95 (IFN2): 231 Giura 1993/95 (IFN2): 201 Sud delle Alpi 1983/85 (IFN1): 162 Alpi 1983/85 (IFN1): 379 Prealpi 1983/85 (IFN1): 216 Altopiano 1983/85 (IFN1): 228 Giura 1983/85 (IFN1): 198
Sviluppo della superficie boschiva. Unità di valutazione: bosco secondo i periodi di rilevamento dell'IFN con variazione della rete terrestre

Dati per il grafico: Excel
Fonte: Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio: Inventario forestale nazionale svizzero IFN
Bosco privato: 29.3% Bosco pubblico: 70.7%
Rapporti di proprietà dell'intera superficie forestale 2016

Dati per il grafico: Excel
Fonte: Ufficio federale di statistica: statistica forestale svizzera
  • Dati di base
Commento

Circa un terzo della superficie del nostro Paese è coperto da boschi. Nel complesso, da 150 anni la superficie boschiva della Svizzera è in aumento. Se consideriamo gli ultimi decenni, la superficie boschiva è aumentata del 3,4 % nel periodo tra il 1986 e il 1995, del 4,6% tra il 1996 e il 2006 e del 2,3 % tra il 2007 e il 2013. Questa evoluzione positiva rappresenta un successo della legislazione forestale, il cui scopo è proteggere meglio la popolazione contro i pericoli naturali e garantire l’approvvigionamento di legname. Nel frattempo si sono aggiunti nuovi obiettivi, come la promozione della biodiversità o l’utilizzazione del bosco per attività ricreative. Le differenze nell’evoluzione della superficie boschiva fra le regioni (Giura, Altipiano, Prealpi, Alpi, sud delle Alpi) sono sostanziali: sull’Altipiano lo sviluppo degli insediamenti e la costruzione di infrastrutture riduce lo spazio a disposizione delle foreste. Per contro, nelle regioni avverse di montagna lo sfruttamento agricolo viene spesso abbandonato e la superficie boschiva aumenta. Negli ultimi anni l’espansione del bosco per effetto della rinnovazione naturale ha interessato quasi esclusivamente la regione alpina al di sopra dei 1000 m nonché il sud delle Alpi.

Se non vengono pregiudicati interessi pubblici di più ampia portata, per quanto riguarda le funzioni del bosco non sussiste alcun motivo per bloccare l’espansione delle foreste. In montagna, essa può ad esempio addirittura migliorare la protezione contro i pericoli naturali. In futuro, tuttavia, questo sviluppo dovrà essere armonizzato maggiormente con la pianificazione territoriale a livello regionale. In questo contesto esistono fondate riserve ad esempio sull’estetica del paesaggio o sulla biodiversità. La modifica del 16 marzo 2012 della legge forestale concede ai Cantoni la possibilità di definire nel piano direttore zone in cui impedire l’espansione del bosco. Possono così essere stabiliti confini statici tra il bosco e le superfici aperte.

Raffronto internazionale

L’indicatore è utilizzato nell’ambito della Conferenza ministeriale per la protezione delle foreste in Europa (Forest Europe) ed è quindi paragonabile a livello europeo. Tuttavia, nel raffronto internazionale è necessario tener conto del fatto che non esiste una definizione uniforme di bosco. A livello mondiale, l’evoluzione della superficie boschiva mostra tendenze contrastanti: la crescita della superficie boschiva in alcuni Paesi europei si contrappone al depauperamento della foresta pluviale tropicale. La percentuale della superficie boschiva nei Paesi limitrofi è la seguente: Germania 32 %, Austria 47 %, Francia 29 %, Italia 31 % e Principato del Liechtenstein 43 %. In Svizzera la superficie boschiva è pari al 32 %.

Metodo

I dati relativi alla superficie boschiva e alla sua evoluzione sono elaborati sulla base di fotografie aeree e del rilevamento a campione continuo delle foreste, nonché in funzione della successiva modellizzazione dei dati rilevati.

 
Ultimo aggiornamento: 26.11.2018

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-wald-und-holz/wald-und-holz--daten--indikatoren-und-karten/wald-und-holz--indikatoren/indikator-wald-und-holz.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9V0gwMTUmbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html