Prodotti fitosanitari nelle acque sotterranee

La presenza nelle acque sotterranee di residui di prodotti fitosanitari (sostanze attive e prodotti di degradazione) in concentrazioni superiori a 0,1 microgrammi per litro (μg/l) è accertata nel 22 per cento delle stazioni di misurazione svizzere. Nelle zone adibite in prevalenza ad attività agricole le concentrazioni superano questo valore nel 70 per cento delle stazioni.

Nel 2013, il requisito di 0,1 μg/l secondo l'ordinanza sulla protezione delle acque (OPAc) è stato superato per le sostanze attive di prodotti fitosanitari in circa il 2 per cento delle stazioni di misurazione NAQUA e per i prodotti di degradazione di prodotti fitosanitari, per i quali l’OPAc non stabilisce requisiti numerici, nel 21 per cento delle stazioni di misurazione. Nel 57 per cento delle stazioni di misurazione è stata accertata la presenza di tracce di sostanze attive e/o prodotti di degradazione di prodotti fitosanitari nelle acque sotterranee.

Concentrazoni di pesticidi nel 2013 e percentuale agricola. Valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazioni di prodotti fitosanitari nel 2013 e quota di terreni agricoli. Valore massimo per stazione di misurazione. Il requisito numerico di 0,1 μg/l posto dall’OPAc si applica soltanto alle sostanze attive dei prodotti fitosanitari.

Sostanze

Le sostanze rilevate più spesso nelle acque sotterranee con una concentrazione superiore a 0,1 μg/l sono il bifenile clorizadon e il metilbifenile clorizadon. Entrambe sono considerate prodotti di degradazione del cloridazon, un erbicida utilizzato esclusivamente nella coltivazione delle barbabietole e delle barbabietole da zucchero. Sono analizzate nel quadro di NAQUA solo dal 2010. 


Utilizzo del suolo

L'inquinamento più importante delle acque sotterranee dovuto a residui di prodotti fitosanitari si è registrato nelle zone agricole. Nel 2013 il 70 per cento delle stazioni di misurazione situate in dette zone presentava, nelle acque sotterranee, concentrazioni di sostanze attive o prodotti di degradazione di prodotti fitosanitari superiori al valore stabilito dall’OPAC di 0,1 μg/l.

Il requisito per le sostanze attive dei prodotti fitosanitari sancito dall’OPAc è stato superato con maggiore frequenza nelle zone urbane. Nel 2013, la concentrazione di sostanze attive di prodotti fitosanitari è risultata superiore a 0,1 μg/l nel 7 per cento delle stazioni di misurazione situate in zone urbane e nel 5 per cento di quelle agricole. 

Concentrazioni di prodotti fitosanitari (pesticidi) nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazioni di prodotti fitosanitari nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione. Il requisito numerico di 0,1 μg/l posto dall’OPAc si applica soltanto alle sostanze attive dei prodotti fitosanitari.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 29.08.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-wasser/wasser--fachinformationen/zustand-der-gewaesser/zustand-des-grundwassers/grundwasser-qualitaet/pflanzenschutzmittel-im-grundwasser.html