Earth Overshoot Day 2015: La svolta energetica è un’opportunità per il mercato delle PMI

Il passaggio alle energie rinnovabili non è ragionevole solo da un punto di vista ecologico ma è anche vantaggioso per l’economia. Ne è convinto l’imprenditore Marcel Schweizer, presidente dell’Unione delle arti e dei mestieri di Basilea Città. Già oggi l’impegno di molte aziende per la difesa del clima va ben oltre quanto richiesto dalla legge.

Impegno a favore di una politica energetica comunale sostenibile: Marcel Schweizer durante la consegna dell’etichetta «Città dell’energia» al Comune di Walenstadt 2014.

«Chi può dire come si evolveranno in futuro i prezzi della benzina, degli oli combustibili e dell'energia elettrica?» Per Marcel Schweizer, proprietario da 30 anni di un vivaio di medie dimensioni a Riehen (BS) e presidente dal 2010 dell'Unione delle arti e dei mestieri di Basilea Città, è chiaro: «Il cambio di rotta della politica energetica è un'opportunità per le PMI». Chi ragiona secondo una logica economica non può prescindere da un consumo efficiente dell'energia e delle risorse. E osserva: «L'economia è più verde della politica già da molto tempo».

A sostegno degli sforzi fatti dalle piccole e medie imprese per aumentare la propria efficienza energetica l'Unione delle arti e dei mestieri di Basilea Città, insieme alle autorità cantonali e al fornitore di energia IWB, ha dato vita nel 2014 alla piattaforma ENERGIE IMPULSE. Con essa si punta a sensibilizzare definitivamente le PMI sul tema del cleantech e a sostenerle in progetti concreti, sia come consumatori di energia elettrica sia come fornitori di cleantech. In agosto, ad esempio, prende il via un progetto pilota molto promettente per un nuovo design dei moduli fotovoltaici: grazie a un trattamento speciale le superfici di questi pannelli non saranno quasi più riconoscibili come tali e potranno essere usati maggiormente anche per il rivestimento delle facciate. «Qui c'è un grosso potenziale di mercato inutilizzato», sostiene Marcel Schweizer.

Anche durante il suo mandato politico locale questo imprenditore liberale-radicale di 55 anni si è distinto per il suo spirito pionieristico nella lotta per l'ambiente: in qualità di membro dell'esecutivo comunale di Riehen (2002-2010) ha sostenuto con determinazione il passaggio alle energie rinnovabili e rispettose del clima. È uno dei promotori dell'energia geotermica, una forma di energia a basse emissioni di CO2, ed è presidente del consiglio di amministrazione della società Wärmeverbund Riehen AG, la rete di teleriscaldamento di Riehen che fornisce acqua calda per uso domestico e per il riscaldamento a oltre 6000 abitanti, quasi il 30 per cento della popolazione del Comune. Nel 2004 Riehen è stato premiato per i suoi sforzi ricevendo, primo fra tutti i Comuni d'Europa, l'etichetta «Città dell'energia». Da allora Marcel Schweizer è ambasciatore di questa etichetta. 

Tassa d'incentivazione quale opportunità di mercato

Il Cantone di Basilea Città riscuote già da 16 anni una tassa d'incentivazione sulla corrente elettrica. Anche l'Unione delle arti e dei mestieri fu favorevole alla sua introduzione nel 1999 e fino ad oggi questa tassa non è mai stata contestata dall'economia locale. «La tassa d'incentivazione è uno strumento assolutamente liberale», sottolinea il liberale-radicale Marcel Schweizer. Grazie a questa tassa dieci milioni di franchi circa confluiscono ogni anno in un fondo per il risparmio di energia elettrica, destinato, tra l'altro, a campagne per la riduzione del consumo di corrente, come ad esempio per migliorare l'isolamento dei tetti delle abitazioni, delle finestre e delle cantine. Simili campagne si ripercuotono direttamente sulle commesse delle piccole e medie imprese locali: «Per ogni franco che esce dal fondo ne vengono investiti altri 8-10», osserva con soddisfazione il presidente dell'Unione.

Anche l'effetto incentivante è stato ampiamente raggiunto: mentre in Svizzera tra il 1999 e il 2008 il consumo di corrente è aumentato del 14,7 per cento, a Basilea nello stesso periodo è aumentato solo del 9,1 per cento; contemporaneamente il prodotto interno lordo del Cantone è cresciuto del 3,3 per cento, ben oltre la media nazionale che si attesta su un modesto 1,2 per cento.

Ogni anno l'Unione delle arti e dei mestieri, insieme al fornitore di energia IWB, premia le imprese della Svizzera nord-occidentale che si distinguono per un utilizzo efficiente dell'energia e delle risorse. Il premio IWB KMU Award offre all'azienda vincitrice diverse possibilità di presenza pubblicitaria, facilitando così l'accesso al mercato dei suoi prodotti innovativi.

Contatto
Ultima modifica 07.08.2015

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-wirtschaft-und-konsum/wirtschaft-und-konsum--dossiers/earth-overshoot-day---erdressourcen-fuer-2015-am-13--august-aufg/earth-overshoot-day-2015--energiewende-als-marktchance-fuer-kmu.html