Conservazione della biodiversità: revisione degli inventari federali dei biotopi

Berna, 29.09.2017 - Il Consiglio federale intende conservare e promuovere la biodiversità in Svizzera. Nella sua seduta del 29 settembre 2017 ha quindi approvato la revisione degli inventari dei biotopi e delle zone palustri protetti a livello federale. La revisione costituisce una nuova tappa importante per la protezione degli ambienti naturali e le specie minacciate. La superficie complessiva delle zone iscritte negli inventari sale da 1,8 a 2,2 per cento del territorio nazionale.

I sei inventari federali dei biotopi protetti, ovvero dei prati e pascoli secchi, delle torbiere alte, delle paludi, delle zone golenali, dei siti di riproduzione degli anfibi e delle zone palustri, sono strumenti chiave della Confederazione per salvaguardare gli ambienti naturali del Paese come pure la flora e la fauna a essi legati.  

Miglioramento dei siti di riproduzione degli anfibi

La superficie totale degli inventari d’importanza nazionale è stata ampliata di quasi 16 000 ettari e rappresenta ora il 2,2 per cento del territorio svizzero. La decisione interessa in gran parte oggetti già protetti a livello regionale o dal diritto privato, i quali beneficeranno nel quadro degli inventari federali di una protezione uniforme e di una migliore conservazione. Si tratta in particolare di zone di protezione degli anfibi e di zone golenali. Questi siti e la loro flora e fauna sono fra gli oggetti e le specie più minacciate in Svizzera.    

Un contributo importante alla Strategia Biodiversità Svizzera

L’ampliamento della rete delle aree protette in Svizzera è un importante contributo al raggiungimento degli obiettivi della Strategia Biodiversità Svizzera. Per adempiere alle loro funzioni ecologiche questi biotopi devono tuttavia essere conservati in buono stato. Per tale motivo il 6 settembre 2017, il Consiglio federale ha messo in vigore il piano d’azione Biodiversità e, fra le altre misure, prevede di stanziare mezzi supplementari per il risanamento e la conservazione dei biotopi.

La revisione migliora inoltre le basi per l’attuazione della protezione degli oggetti da parte dei Cantoni. I perimetri di oltre 1100 oggetti sono stati adattati alla cartografia regionale dettagliata. La revisione simultanea di tutti gli inventari rafforza inoltre la coesione del sistema. Gli ambienti naturali di elevata qualità e di grande valore paesaggistico protetti rappresentano inoltre un incentivo per il turismo e offrono alla popolazione spazi di svago.  

La revisione entra in vigore il 1° novembre 2017.


Indirizzo cui rivolgere domande

Gabriella Silvestri, responsabile della sezione Specie e habitat, UFAM, tel. +41 58 462 99 80



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/documentazione/comunicati/anzeige-nsb-unter-medienmitteilungen.msg-id-68260.html