Microinquinanti

Malgrado l’alto livello degli impianti di depurazione e disposizioni legislative efficaci, attraverso le acque di scarico comunali e industriali nonché fonti diffuse (ad esempio l’agricoltura) si riversano ancora nelle acque sostanze che, già a basse concentrazioni, possono avere effetti negativi sugli organismi acquatici o inquinare le acque utilizzate per la produzione di acqua potabile.

L'UFAM elabora strategie per ridurre i microinquinanti nelle acque. Il Parlamento ha approvato la modifica della legge sulla protezione delle acque che disciplina il finanziamento del potenziamento di certi impianti di depurazione delle acque (IDA).

Microinquinanti: via libera al potenziamento degli impianti di depurazione

19.05.2016 - I residui di prodotti chimici organici che finiscono nei nostri fiumi e laghi possono avere un effetto negativo sugli organismi acquatici e sulle risorse di acqua potabile. Al fine di ridurre il carico di microinquinanti provenienti dalle acque di scarico, nei prossimi anni determinati impianti di depurazione saranno potenziati con una fase supplementare di depurazione. Il presente dossier contiene le informazioni principali sui lavori in corso nonché sul finanziamento e sulle ripercussioni di detto potenziamento.

04.11.2015

Qualità delle acque: riveduta l’ordinanza sulla protezione delle acque

Il Consiglio federale ha adottato oggi la revisione dell’ordinanza sulla protezione delle acque, che fissa i criteri per potenziare determinati impianti di smaltimento delle acque di scarico con un livello di depurazione supplementare per l’eliminazione dei microinquinanti. L’ordinanza precisa anche le modalità di finanziamento. Dei valori ecotossicologici per le principali sostanze che finiscono nelle acque superficiali potranno essere introdotti progressivamente nell’ordinanza al fine di verificare l’efficacia delle misure. Queste modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2016.

09.09.2015

Microinquinanti da fonti diffuse in numerosi corsi d’acqua svizzeri

I microinquinanti quali i prodotti fitosanitari, i biocidi e i metalli pesanti provenienti dall’agricoltura, dagli insediamenti e dai trasporti giungono nelle acque attraverso cosiddette immissioni diffuse. Il 9 settembre 2015 l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha pubblicato un rapporto esaustivo su questo tipo di inquinamento. Dal rapporto si evince che nei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni si verificano su grande scala picchi di concentrazioni che possono risultare dannose per gli organismi acquatici.

23.12.2014

Ordinanza sulla protezione delle acque: revisione per una migliore qualità dell’acqua

Diverse sostanze di origine antropica confluiscono nelle acque, dove possono costituire un pericolo per l’ambiente e per l’acqua potabile. Al fine di contrastare tale fenomeno, il DATEC intende rivedere l’ordinanza sulla protezione delle acque per consentire l’eliminazione dei microinquinanti negli impianti di depurazione delle acque. Inoltre la revisione servirà ad armonizzare le norme sulla valutazione dello stato delle acque. Il 22 dicembre 2014, il DATEC ha avviato l’indagine conoscitiva.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 19.05.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/dossier/microinquinanti.html