Previsioni idrologiche della Confederazione

I livelli delle acque e le portate vengono analizzati continuamente e, mediante appositi modelli, si elaborano previsioni per poter allertare in tempo le autorità e la popolazione, soprattutto in caso di piene.


1. I prodotti delle previsioni idrologiche: un contributo per la gestione integrata dei rischi

Ogni giorno l’UFAM elabora nuove previsioni e informa attraverso grafici, carte e bollettini sulla situazione idrologica della Svizzera. In caso di piene le previsioni vengono aggiornate più volte al giorno.

Grafici delle previsioni

I risultati ottenuti mediante i modelli vengono pubblicati senza commenti sotto forma di grafici. Essi mostrano i valori misurati (medie orarie) delle ultime ore e le medie orarie attese per i tre giorni successivi.

Bollettino idrologico

Ogni lunedì e giovedì viene pubblicato un bollettino idrologico. Esso fornisce informazioni aggiornate sulla situazione idrologica, sull’evoluzione delle condizioni meteorologiche e sulle previsioni idrologiche per i tre giorni successivi.

Allerta per piena alle autorità cantonali

Se il servizio di previsioni idrologiche valuta che il livello delle acque di un lago o la portata di un corso d’acqua raggiungerà il livello di pericolo 2 o livelli superiori, l’UFAM dirama un’allerta alle autorità cantonali attraverso la Centrale nazionale d’allarme (CENAL). L’allerta indica il livello di pericolo, le stazioni di misurazione o le regioni interessate nonché il valore massimo e quando sarà raggiunto.

Bollettino dei pericoli naturali

Oltre che sotto forma di allerta, il bollettino dei pericoli naturali della Confederazione viene pubblicato su diverse piattaforme. Elaborato congiuntamente dai servizi di previsione dell’UFAM, di MeteoSvizzera e dell’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) del WSL, esso contiene informazioni sulla situazione attuale e sull’evoluzione delle condizioni meteorologiche, idrologiche e, all’occorrenza, di neve e scivolamenti. Il bollettino dei pericoli naturali viene pubblicato un’ora dopo la diramazione dell’allerta alle autorità, di norma alle 12.00 o alle 18.00.

Bollettino di previsione settimanale

Il bollettino di previsione settimanale fornisce informazioni preliminari sulle allerte di piena della Confederazione per i cinque giorni successivi. Si distinguono tre livelli di probabilità delle piene:

  • allerta in corso (probabilità superiore al 70 %);  
  • allerta probabile (probabilità tra il 40 e il 70 %);  
  • allerta possibile (probabilità inferiore al 40 %).

Il bollettino viene aggiornato ogni giorno alle ore 12.

Un contributo alla gestione integrata dei rischi

L’UFAM ha il mandato legale di allertare la popolazione e le autorità in caso di piene. Il servizio di previsioni idrologiche dell’UFAM fornisce un contributo alla gestione integrata dei rischi prima e durante un evento. Le attività del servizio comprendono:

  • aggiornamento quotidiano (una o più volte al giorno) delle previsioni idrologiche;
  • aggiornamento quotidiano del bollettino di previsione settimanale;
  • diramazione alle autorità cantonali di allerte di piena di livello pari o superiore a 2;
  • pubblicazione del bollettino dei pericoli naturali della Confederazione in collaborazione con i servizi federali specializzati competenti;
  • consulenza telefonica alle autorità cantonali.
Gestione integrale dei rischi

2. A chi servono le previsioni idrologiche?

Una compagnia di navigazione, una centrale elettrica o un’impresa con un elevato fabbisogno di acqua necessitano di previsioni relative ai livelli delle acque e alle portate per poter pianificare le proprie attività.

Una piena rappresenta una minaccia per gli insediamenti, la popolazione, impianti industriali, strade, linee ferroviarie e anche per i cantieri aperti dentro o lungo un fiume o un lago. Sulla base delle previsioni idrologiche le autorità responsabili della protezione contro le piene possono avviare tempestivamente le misure di emergenza necessarie.
  
La divisione Idrologia dell’UFAM elabora previsioni idrologiche per diverse stazioni di misurazione nel bacino imbrifero del Reno, del Rodano e, prossimamente, del Ticino. In futuro si dovrà disporre di previsioni idrologiche per tutti i maggiori laghi e corsi d’acqua svizzeri e per i principali affluenti dall’estero.

In futuro, a causa dei cambiamenti climatici, saranno importanti anche le previsioni relative alle acque basse e alla siccità, elaborate in collaborazione con il National Centre for Climate Services (NCCS).


3. Come vengono elaborate le previsioni dei livelli delle acque e delle portate e come vengono elaborate le allerte?

Ogni mattina il team delle previsioni idrologiche elabora nuove previsioni, le interpreta e le pubblica. Il seguente schema illustra l’intero processo:

Come vengono elaborate le previsioni dei livelli delle acque e delle portate?

Raccolta dei dati in una banca dati:

Il centro previsioni dell’UFAM raccoglie tutti i dati necessari per l’elaborazione delle previsioni:

  • dati meteorologici rilevati attraverso le stazioni SwissMetNet di MeteoSvizzera, stazioni cantonali e dei Paesi confinanti.
  • Dati del radar delle precipitazioni per una migliore valutazione dell’evoluzione meteorologica attuale.
  • Livello dei laghi e dei fiumi rilevato dalle stazioni di misurazione dell’UFAM, dei Cantoni e dei Paesi confinanti.

Verifica ed elaborazione preliminare dei dati e delle portate in uscita dai laghi:

  • Verifica dei dati grezzi per individuare lacune o valori non realistici ed eventuale correzione dei dati;
  • interpolazione dei dati meteorologici puntiformi per l’intero bacino imbrifero;
  • decisione in merito all’opportunità, per il periodo di previsione, di riprendere tali e quali le portate in uscita dai laghi prescritte dagli schemi di regolazione standard oppure di consultarsi previamente, in particolare in caso di piena, con i Cantoni.

Calcolo delle previsioni:

  • Calcolo, con cadenza oraria, delle previsioni dei livelli delle acque e delle portate sulla base dei modelli idrologici. L’UFAM utilizza i seguenti modelli idrologici: HBV, WaSiM e PREVAH, LARSIM e RS3.

Interpretazione e pubblicazione:

  • Interpretazione dei risultati dei modelli di previsione idrologica da parte degli esperti;
  • all’occorrenza, consultazione di altri esperti (MeteoSvizzera, Cantoni ecc.);
  • all’occorrenza, diramazione dell’allerta ai Cantoni e pubblicazione delle previsioni e dell’allerta sulle piattaforme web.

Allerte di piena:

In caso di pericolo di piena la Centrale nazionale d’allarme (CENAL) dirama un’allerta alle autorità cantonali. Su diverse piattaforme viene inoltre pubblicato il bollettino dei pericoli naturali, contenente ulteriori informazioni (si veda più sopra). Le allerte si basano sull’interpretazione delle previsioni.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 05.09.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/stato-delle-acque/previsioni-idrologiche-della-confederazione.html