Edifici

Il settore degli edifici causa circa un quarto delle emissioni di CO2 in Svizzera. In questo contesto si applicano pertanto standard edilizi cantonali nonché il Pro-gramma Edifici varato da Confederazione e Cantoni.

Il settore degli edifici riveste un ruolo importante nella politica climatica della Svizzera. Entro il 2020 le emissioni di CO2 generate dagli edifici devono essere ridotte almeno del 40 per cento rispetto al 1990. L'obiettivo intermedio di riduzione del 22 per cento rispetto al 1990 (art. 3 ordinanza sul CO2) é stato superato. A lungo termine il parco immobiliare non dovrà più generare emissioni di CO2.

Nel settore degli edifici, l'elevato potenziale di riduzione viene sfruttato mediante diversi strumenti di politica climatica.

Tassa sul CO2: la tassa sul CO2, che viene riscossa dal 2008, costituisce un incentivo alla riduzione dell'utilizzo di carburanti fossili.

Programma Edifici: dal 2010 un terzo dei proventi della tassa sul CO2 è destinato al Programma Edifici varato da Confederazione e Cantoni, che promuove il risanamento dell'involucro di edifici, investimenti nelle energie rinnovabili, nel recupero del calore residuo e nell'impiantistica così come nei progetti di geotermica.

Prescrizioni cantonali sugli edifici: anche i Cantoni forniscono un contributo notevole in questo contesto. Essi sono infatti tenuti a definire standard edilizi per le nuove e le vecchie costruzioni, al fine di ridurre costantemente le emissioni di CO2 (art. 9 legge sul CO2). 

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 17.10.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/clima/info-specialisti/politica-climatica/edifici.html