Il Programma Edifici di Confederazione e Cantoni

Il Programma Edifici di Confederazione e Cantoni è stato avviato nel 2010 e da allora incentiva in tutta la Svizzera il risanamento energetico di edifici e gli investimenti nelle energie rinnovabili, il recupero del calore residuo e l’ottimizzazione dell’impiantistica. Il Programma Edifici fornisce un contributo importante al conseguimento degli obiettivi nazionali in materia di clima.

Il Programma Edifici punta sull’efficacia delle misure: circa un quarto delle emissioni di gas serra e il 40 per cento del consumo energetico in Svizzera sono imputabili al settore degli edifici. Chi risana il proprio immobile in modo efficiente può ridurre di oltre la metà il fabbisogno di calore e le conseguenti emissioni di CO2. I proprietari di case beneficeranno in tal modo non solo di costi di riscaldamento notevolmente inferiori ma anche di un valore di mercato più elevato del proprio immobile, contribuendo nel contempo alla protezione del clima.

Un terzo della tassa sul CO2 destinato al Programma Edifici

La legge sul CO2 costituisce la base per il Programma Edifici. In tale legge è disciplinata la tassa sul CO2 applicata ai combustibili. Dal 2010, un terzo di detta tassa è destinato al Programma Edifici. Dal 2018 potranno essere utilizzati ogni anno al massimo 450 milioni per il Programma Edifici e la promozione della geotermia. Inoltre, è stata abrogata la scadenza del 2019. I fondi non utilizzati saranno ridistribuiti alla popolazione e all’economia.

Prevedibile fine dell’incentivazione

Se i Cantoni applicheranno in modo conseguente e continueranno a inasprire le disposizioni modello, l'incentivazione diventerà obsoleta con il passare del tempo. Nel quadro della politica climatica 2020, il Consiglio federale propone quindi di abrogare la destinazione vincolata parziale a fine 2025; i relativi dibattimenti a livello di Parlamento si svolgeranno nel 2018.

Contributi dei Cantoni

I fondi del Programma Edifici sono stanziati ai Cantoni sotto forma di aiuti finanziari globali a condizione che esista un programma di incentivazione cantonale nel settore degli involucri degli edifici basato sul modello di incentivazione armonizzato dei Cantoni (HFM 2015). I contributi globali sono ripartiti fra un contributo di base per abitante e un contributo complementare. Il contributo di base per abitante ammonta al massimo al 30 per cento dei fondi disponibili. Il contributo complementare non può essere superiore al doppio del credito autorizzato dal rispettivo Cantone per il proprio programma.

Impegno congiunto di Confederazione e Cantoni

Il Programma Edifici è stato sviluppato congiuntamente dai Cantoni e dalla Confederazione, rappresentata dagli Uffici federali dell’energia (UFE) e dell’ambiente (UFAM). La direzione strategica è affidata all’Ufficio federale dell’energia (UFE). I Cantoni sono responsabili dell’attuazione.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 01.10.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/clima/info-specialisti/politica-climatica/edifici/programma-edifici.html