Lampadine a basso consumo

Le lampadine a basso consumo contengono mercurio e metalli riciclabili e non possono quindi essere smaltite assieme ai rifiuti urbani. Queste lampadine possono essere restituite gratuitamente ai punti di vendita o depositate nei punti di raccolta.

Una lampadina a basso consumo è composta da un tubo fluorescente compatto riempito di gas e da un regolatore di corrente elettronico. Le lampadine a basso consumo sono note anche come lampadine a fluorescenza compatte o lampadine a risparmio energetico.

Valutazione ecologica

Le lampadine a basso consumo contengono, oltre a metalli e vetro, anche un'esigua quantità di mercurio (valore limite di 3,5 mg per lampadina). Per tale ragione devono essere raccolte separatamente e smaltite in modo rispettoso dell'ambiente.

Da uno studio sull'ecobilancio effettuato dall'Empa si evince che il riciclaggio di una lampadina a basso consumo consente di ridurre di circa il 15 per cento l'inquinamento ambientale rispetto all'incenerimento con i rifiuti domestici. Inoltre sarà in questo modo possibile recuperare i metalli e il vetro contenuti nelle lampadine.

Raccolta differenziata

Le lampadine a basso consumo rientrano nel campo di applicazione dell'ordinanza del 14 gennaio 1998 concernente la restituzione, la ripresa e lo smaltimento degli apparecchi elettrici ed elettronici (ORSAE). Secondo l'ordinanza, i consumatori sono tenuti a restituire le lampadine a basso consumo usate a un commerciante o a un centro di raccolta (obbligo di restituzione). I commercianti che vendono lampadine a basso consumo sono tenuti a riprenderle gratuitamente e a destinarle alla valorizzazione.

Smaltimento/riciclaggio

Non è ancora possibile fornire indicazioni attendibili sulla quota effettiva di raccolta delle lampadine a basso consumo poiché la maggior parte di queste lampadine è ancora in uso e la loro durata tecnica di vita è ben lungi dall'essere stata raggiunta.

Durante il processo di riciclaggio delle lampadine a basso consumo, il mercurio recuperato viene, a seconda della procedura, valorizzato o depositato in forma non solubile. I metalli recuperati dal regolatore di corrente incorporato (p. es. il rame) e il vetro sono riciclati.

Le lampadine a basso consumo smaltite in modo non conforme nel sacco dei rifiuti finiscono negli impianti di incenerimento. Un sistema multistadio di depurazione dei fumi degli impianti di incenerimento consente di ridurre al minimo l'impatto sull'ambiente.

Lo smaltimento non conforme delle lampadine a basso consumo causa per contro un aumento dei costi di esercizio per la depurazione dei fumi. Inoltre, non vengono recuperate e valorizzate le materie prime (metalli e vetro) presenti nelle lampadine.

Finanziamento

La Fondazione svizzera per il riciclaggio dei dispositivi d'illuminazione e delle lampade (SLRS) organizza su base volontaria la raccolta e lo smaltimento rispettoso dell'ambiente delle lampadine a basso consumo. Il finanziamento è garantito da una tassa anticipata riscossa al momento dell'importazione e della vendita di queste lampadine.

Necessità d'intervento

In futuro va garantito lo smaltimento e il riciclaggio corretti delle lampadine a basso consumo. A tal fine è importante disporre di informazioni aggiornate.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 29.06.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/rifiuti/guida-ai-rifiuti-a-z/lampadine-a-basso-consumo.html