Indicatore biodiversità

Superfici per la promozione della biodiversità

Con superfici per la promozione della biodiversità s’intendono superfici gestite in modo estensivo, come prati e pascoli, terreni da strame, siepi, boschetti in terreni aperti o maggesi fioriti. Le superfici per la promozione della biodiversità offrono ad animali e piante nicchie per sopravvivere nelle regioni agricole. Contribuiscono alla conservazione della diversità delle specie, consentendo a specie minacciate di diffondersi nuovamente. Aumentano la diversità dei paesaggi e proteggono settori del paesaggio culturale come si sono costituiti nei secoli.

Se queste superfici rappresentano almeno il 7 % della superficie agricola utile, gli agricoltori possono richiedere pagamenti diretti. Per le superfici per la promozione della biodiversità su cui sono presenti determinate piante indicatrici, gli agricoltori possono inoltre beneficiare di contributi per la qualità. Altre misure di promozione della biodiversità nelle zone agricole sono i progetti d’interconnessione.

Valutazione dello stato
scadente scadente
Valutazione della tendenza
positivo positivo
QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2016: 60.6267 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2016: 103.6733 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2015: 56.385 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2015: 104.715 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2014: 51.8643 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2014: 102.0357 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2013: 42.8745 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2013: 98.6255 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2012: 39.8871 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2012: 94.4129 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2011: 35.2029 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2011: 94.6971 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2010: 33.178 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2010: 92.022 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2009: 30.4296 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2009: 92.2704 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2008: 28.2744 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2008: 94.1256 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2007: 24.6432 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2007: 96.1568 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2006: 24.0798 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2006: 95.7202 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2005: 28.152 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2005: 89.148 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2004: 25.636 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2004: 90.364 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2003: 23.3964 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2003: 93.0036 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2002: 12.628 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2002: 102.172 QII: Requisito di base + qualità biologica particolare, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2001: 1.5638 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2001: 110.1362 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 2000: 110.4 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1999: 107.2 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1998: 89 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1997: 85.9 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1996: 74.9 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1995: 58.7 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1994: 54.7 QI: Requisito di base, senza i frutteti ad alto fusto, classificati in ha 1993: 19.3
Superfici per la promozione della biodiversità (prima del 1999: soltanto le superfici che danno diritto ai sussidi)

Dati per il grafico: Excel
Fonte: Ufficio federale dell'agricoltura UFAG : Rapporto agricolo
Commento

Tra il 2000 e il 2010 le superfici per la promozione della biodiversità (fino al 2012: superfici di compensazione ecologica) sono cresciute solo in misura limitata. Dal 2011 sono invece aumentate in modo molto soddisfacente. In media nel 2017 rappresentavano il 16 % (6 % per la qualità II) della superficie agricola utile totale (escluse le regioni d’estivazione).

Certe regioni presentano tuttavia deficit talvolta importanti, segnatamente nelle fasce tampone attorno alle aree naturali protette. Inoltre, la maggior parte delle superfici di promozione della biodiversità non presentano ancora la qualità ecologica richiesta o non sono state stabilite nel posto adeguato. Vi sono altresì deficit nella connessione delle superfici. La proporzione di superfici per la promozione della biodiversità di qualità II e connesse continua ad aumentare, ma rimane ancora troppo bassa. Nelle superfici coltive è pari soltanto all’1 %. Per evitare perdite di specie e favorire il ritorno di specie minacciate occorre proseguire gli sforzi e attuare misure supplementari.

Metodo

I dati sulle aziende agricole sono rilevati congiuntamente dall’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) e dall’Ufficio federale di statistica (UST). Nell’ambito di tali rilevazioni sono raccolti anche dati sulle superfici per la promozione della biodiversità (ex superfici di compensazione ecologica, secondo la nuova Politica agricola 2014-2017). Tale raccolta si basa su questionari standardizzati compilati dagli agricoltori. Le loro informazioni, che si riferiscono all’inizio di maggio, sono verificate dalla Confederazione e dai Cantoni e immesse nella banca dati centrale dell’UFAG.

 
Ultimo aggiornamento: 11.01.2019

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-biodiversitaet/biodiversitaet--daten--indikatoren-und-karten/biodiversitaet--indikatoren/indikator-biodiversitaet.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9QkQwODcmbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html