Dossier

Dossier web di attualità destinati ai media e al pubblico interessato

Il 1° agosto e l’ambiente

27.07.2021 – Nel giorno della Festa nazionale falò e fuochi d’artificio rallegrano grandi e piccini. I fuochi d’artificio del 1° agosto sono un evento affascinante che ha tuttavia anche effetti secondari indesiderati, quali in particolare un tasso elevato di inquinanti atmosferici e livelli eccessivi di rumore. In caso di pericolo di incendi boschivi, in molte località possono essere emanati divieti, fra i quali persino quello di accendere fuochi. Questi divieti vanno assolutamente osservati.

Piene del luglio 2021

26.07.2021 – Temporali, fiumi in piena e laghi esondati: la prima metà di luglio è stata caratterizzata da piogge e tempo instabile, come già nel mese di giugno. Numerosi corsi e specchi d’acqua hanno raggiunto il grado di pericolo 3 e in alcuni luoghi i livelli delle acque sono saliti al grado 4 o addirittura 5. A essere particolarmente colpiti sono stati i laghi di Thun, Neuchâtel, Bienne e dei Quattro Cantoni.

ExCOPs prodotti chimici e rifiuti pericolosi

Dal 28.04. al 10.05.2013 si è svolta a Ginevra una conferenza delle convenzioni di Stoccolma POP, di Rotterdam PIC e di Basilea. Altri cinque prodotti chimici saranno assoggettati alla regolamentazione internazionale.

Legge sul CO2 e protezione del clima

29.03.2021 - In quanto paese alpino, la Svizzera risente particolarmente dei cambiamenti climatici. Il Consiglio federale e il Parlamento vogliono pertanto ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 e intendono farlo con la revisione della legge sul CO2 (revisione totale). Questa mira a dimezzare - entro il 2030 - le emissioni di gas a effetto serra del nostro Paese rispetto ai livelli del 1990. Le misure adottate finora non sono infatti sufficienti per raggiungere tale obiettivo. Riuscito il referendum contro la nuova legge, i cittadini saranno chiamati ad esprimersi alle urne il 13 giugno 2021.

Revisione della legge sulla caccia

10.08.2020 – La legge federale su la caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (legge sulla caccia) contempla le specie di animali selvatici protette, le specie animali che possono essere cacciate e i periodi di protezione. Il Parlamento ha creato una regolamentazione contenuta e al passo coi tempi che rafforza la protezione delle specie e degli spazi vitali. Allo stesso tempo, ha adattato le norme relative alla gestione del lupo in modo che i Cantoni possano regolare, in modo adeguato, le popolazioni in crescita. Prevista il 17 maggio, la votazione popolare è stata rimandata dal Consiglio federale a data da destinarsi.

Giugno 2021: lo scioglimento della neve e i temporali all’origine di piene

05.07.2021 – Forti piogge, grandine, fiumi in piena e villaggi allagati: nella seconda metà di giugno 2021, violenti temporali hanno causato danni rilevanti in diverse località svizzere. Fiumi più piccoli come la Gürbe (BE) e la Birs (BL) si sono gonfiati fino ai livelli di pericolo 4 e 5. Una retrospettiva dell’evento idrologico.

Avventura diversità – benvenuti nel bosco!

27.4.2021 – Le foreste rappresentano l’habitat con la maggiore diversità in Svizzera. Qui sono di casa oltre 20’000 specie animali, innumerevoli piante e funghi, licheni e muschi. Questo è quanto sottolinea la nuova campagna «Diversità forestale». Venite anche voi a fare una passeggiata e scoprite in prima persona che cosa significa diversità nel bosco.

Terriccio in sacchi senza torba: è il momento di continuare la storia di successo

31.03.2021 - La primavera invoglia le persone a dedicarsi ai propri giardini. Che siano intere famiglie in case di campagna indipendenti, anziani alle prese con il giardino familiare o studenti dediti al giardinaggio urbano, dal 2020 la maggior parte di coloro che praticano il giardinaggio per hobby lo fa senza torba. Tutto questo anche grazie a una collaborazione tra gli operatori del settore e la Confederazione.

Webzine «l'ambiente» 1/2021 - Il pericolo invisibile

24.02.2021 - Dossier: L’impegno per un’aria pulita e salutare deve essere costante

Telefonia mobile e 5G – Chiarita la gestione delle antenne adattive

23.02.2021 – La telefonia mobile e, in particolare, il 5G possono svolgere un ruolo importante nella digitalizzazione. Il 5G consente fra l’altro di aumentare notevolmente la velocità, l’efficienza e il volume dei dati trasmessi. Al contempo, il potenziamento della rete 5G incontra tuttavia resistenze. In questo contesto, il Consiglio federale ha incaricato l’UFAM di elaborare un aiuto all’esecuzione per la gestione delle antenne adattative. Il documento fornisce alle autorità competenti per il rilascio delle autorizzazioni chiarezza su come calcolare le radiazioni di queste antenne nel rispetto del livello di protezione vigente. Di seguito rispondiamo alle domande più frequenti sulla telefonia mobile e sul 5G.
https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/documentazione/dossier.html