Indicatore biodiversità

Varietà delle biocenosi in prati e pascoli

L’unicità di un habitat risiede nella composizione peculiare della sua comunità di specie, che nel corso del tempo è diventata specifica al sito. Questo carattere particolare è determinato soprattutto dalle specie rare. L’apporto uniforme di azoto atmosferico, lo sfruttamento sempre più intensivo dello risorse naturali, la perdita di metodi di coltivazione locali e la propagazione di specie già largamente diffuse in seguito all’intervento umano (semina, diffusione di semi tramite autovetture) sono tra le cause dirette dell’estinzione locale delle specie rare e dell’espansione di quelle già diffuse. Il declino dell’unicità degli habitat li rende sempre più omogenei e banali.

Valutazione dello stato
scadente scadente
Valutazione della tendenza
negativo negativo
Molluschi 2012 - 2016: 45.27 Molluschi 2011 - 2015: 45.07 Molluschi 2010 - 2014: 44.41 Molluschi 2009 - 2013: 44.7 Molluschi 2008 - 2012: 46.83 Molluschi 2007 - 2011: 49.14 Molluschi 2006 - 2010: 50.95 Molluschi 2005 - 2009: 53.77 Molluschi 2004 - 2008: 55.4 Molluschi 2003 - 2007: 57.24 Molluschi 2002 - 2006: 56.86 Molluschi 2001 - 2005: 56.41 Muschi 2013 - 2017: 57.99 Muschi 2012 - 2016: 58.35 Muschi 2011 - 2015: 57.95 Muschi 2010 - 2014: 57.74 Muschi 2009 - 2013: 58.45 Muschi 2008 - 2012: 59.25 Muschi 2007 - 2011: 58.17 Muschi 2006 - 2010: 58.94 Muschi 2005 - 2009: 58.49 Muschi 2004 - 2008: 58.02 Muschi 2003 - 2007: 58.61 Muschi 2002 - 2006: 59.53 Muschi 2001 - 2005: 61.39 Piante 2013 - 2017: 58.02 Piante 2012 - 2016: 57.82 Piante 2011 - 2015: 57.74 Piante 2010 - 2014: 58.17 Piante 2009 - 2013: 58.23 Piante 2008 - 2012: 58.07 Piante 2007 - 2011: 58.13 Piante 2006 - 2010: 58.48 Piante 2005 - 2009: 58.48 Piante 2004 - 2008: 58.44 Piante 2003 - 2007: 58.53 Piante 2002 - 2006: 59.32 Piante 2001 - 2005: 60.08
Varietà delle biocenosi in prati e pascoli - Indice* da 0 (biocenosi monotona) a 100 (biocenosi eterogenea), di tutti i confronti delle superfici campione effettuati a due a due, in percentuali. *Valori medi sull'arco di cinque anni.

Dati per il grafico: Excel
Fonte: UFAM: Monitoraggio della biodiversità in Svizzera MBD
Commento

La varietà delle biocenosi nei prati e nei pascoli è diminuita, nel complesso, dall’inizio degli anni 2000. Se per le piante e i muschi è rimasta costante, per i molluschi (gasteropodi) si assiste a una flessione. Per i molluschi è cresciuto soprattutto il numero delle specie più diffuse, che non hanno esigenze particolari in termini di habitat, mentre il numero di specie rare è calato. Questo effetto indica senza dubbio la presenza di un processo di omogeneizzazione in atto nell'ambiente dei prati e pascoli in tutta la Svizzera, ciò che equivale a una perdita di biodiversità. Lo stato e la tendenza sono dunque giudicati negativo.

 

 

Metodo

Nel quadro del Monitoraggio della biodiversità in Svizzera, viene rilevata la composizione delle specie di piante vascolari, muschi e molluschi (gasteropodi) su 1600 superfici campione di 10 metri quadrati l’una ogni cinque anni. Per ogni grande categoria di habitat (bosco, prati e pascoli, superfici coltive, insediamenti, pascoli alpini, zone di montagna) e ognuno dei tre gruppi di specie presi separatamente, si quantifica la diversità della composizione delle specie (indice di Simpson) comparando le superfici campione tra di loro e si calcola poi la media dei risultati. Più questo valore è elevato, più sono grandi le differenze tra le superfici campione. Una grande diversità delle biocenosi è positiva, una somiglianza invece è indesiderata, poiché è sintomo di una perdita di biodiversità.

 
Ultimo aggiornamento: 06.11.2018

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-biodiversitaet/biodiversitaet--daten--indikatoren-und-karten/biodiversitaet--indikatoren/indikator-biodiversitaet.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9QkQxNTImbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html