Indicatore biotecnologia

Presenza di colza transgenica nell’ambiente

In Svizzera l’emissione deliberata nell’ambiente di organismi geneticamente modificati (OGM) per scopi non scientifici è vietata da una moratoria. Alcuni Paesi esportatori di prodotti agricoli come gli Stati Uniti o il Canada già coltivano detti organismi su grandi superfici. Per tale motivo, è possibile che piante geneticamente modificate giungano in Svizzera in prodotti d’importazione contaminati e si diffondano nell’ambiente. Si tratta di un rischio che occorre limitare al massimo, al fine di evitare contaminazioni di colture agricole convenzionali e prevenire che la biodiversità subisca eventuali pregiudizi.

Valutazione dello stato
nessuna valutazione possibile nessuna valutazione possibile
Valutazione della tendenza
nessuna valutazione possibile nessuna valutazione possibile
Esempio relativo al 2014 : su un totale di 620 piante esaminate, nessuna è risultata positiva a OGM.

Dati per il grafico: Excel
Fonte: UFAM
Esempio relativo al 2014 : su 3042 piante esaminate complessivamente in 57 hotspot, 38 sono risultate positive a OGM.

Dati per il grafico: Excel
Fonte: UFAM
Commento

I risultati del monitoraggio ambientale indicano che la percentuale di piante testate risultata positiva è esigua (in media inferiore al 2 %), anche se non si può del tutto escludere che piante di colza transgenica possano diffondersi involontariamente nell’ambiente. Il valore elevato del 2017 (cfr. grafico «Hotspot») è dovuto al fatto che quest’anno sono state più volte effettuate campionature in un trasbordo merci conosciuto, in cui si riscontra regolarmente la presenza di colza transgenica. Uno dei principali motivi della presenza di organismi transgenici nell’ambiente è costituita dalle importazioni di prodotti agricoli contaminati provenienti da Paesi in cui si coltivano piante geneticamente modificate. È pertanto impossibile impedire del tutto la presenza in Svizzera di piante geneticamente modificate. Tuttavia i Cantoni promuovono in continuazione la lotta alle piante geneticamente modificate, intervenendo su ogni sito in cui se ne riscontra la presenza. In tal modo assicurano che dai semi geneticamente modificati presenti nel suolo non nascano nuove popolazioni permanenti.

I risultati attuali dimostrano che i metodi sviluppati forniscono dati affidabili sulla presenza nell’ambiente di colza geneticamente modificata come pure una buona base per l’analisi di sviluppi a lungo termine. 

Lo stato di questo indicatore non viene valutato poiché i dati dipendono in maniera determinante da fattori esterni come ad esempio la quantità di merci importate contaminate da OGM.

Metodo

Per riconoscere tempestivamente eventuali pregiudizi arrecati dalla presenza di OGM nell’ambiente, l’UFAM ha istituito un monitoraggio annuale della presenza di colza geneticamente modificata (colza OGM) lungo la rete ferroviaria interoperabile delle FFS (1340 km). Il monitoraggio prevede l’esame della presenza di colza transgenica lungo 30 tratti di linea ferroviaria svizzera scelti a caso, ciascuno di un chilometro. A titolo di complemento si esamina anche un certo numero di hotspot. Per hotspot si intendono dei luoghi dove sussiste un’elevata probabilità di trovare colza geneticamente modificata (piazze di trasbordo merci come stazioni di smistamento e scali merci, nodi ferroviari, strade da e verso ditte che commerciano prodotti alimentari o foraggi).

Diversi committenti e autorità cantonali effettuano la campionatura secondo le indicazioni elaborate dall’UFAM. I campioni sono oggetto di analisi mediante PCR real-time da parte del laboratorio di riferimento (il laboratorio cantonale di Basilea Città, KLBS) al fine di individuare eventuali modifiche genetiche (ad es. resistenze a erbicidi o antibiotici).

 
Ultimo aggiornamento: 04.07.2019

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-biotechnologie/biotechnologie--daten--indikatoren-und-karten/biotechnologie--indikatoren/indikator-biotechnologie.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9QlQwNDAmbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html