Indicatore clima

Patrimonio bovino

Il patrimonio bovino è un indicatore importante delle emissioni di gas serra provenienti dall’agricoltura e rappresenta la fonte di gran lunga più importante di emissioni di metano. A quantità equivalenti, il metano ha un potenziale di riscaldamento globale 25 volte superiore rispetto al CO2. Tuttavia è nettamente meno presente del CO2 nell’atmosfera.

Valutazione dello stato
nessuna valutazione possibile nessuna valutazione possibile
Valutazione della tendenza
nessuna valutazione possibile nessuna valutazione possibile
Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2017: 1544612 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2016: 1555396 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2015: 1554319 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2014: 1562801 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2013: 1557474 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2012: 1564631 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2011: 1577407 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2010: 1591233 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2009: 1597485 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2008: 1604287 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2007: 1571764 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2006: 1566887 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2005: 1554696 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2004: 1544547 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2003: 1570178 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2002: 1593697 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2001: 1611351 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 2000: 1588005 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1999: 1608735 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1998: 1640871 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1997: 1672930 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1996: 1747071 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1995: 1748274 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1994: 1755400 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1993: 1745087 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1992: 1782600 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1991: 1828900 Effettivo bovino (vacca lattifera, vacca madre, vacca vitello), numero secondo l’inventario dei gas serra 1990: 1855200

Dati per il grafico: Excel
Fonte: Ufficio federale dell’ambiente: Inventario dei gas serra
Commento

Fra il 1990 e il 2004, il patrimonio bovino ha registrato una diminuzione in Svizzera. Fino al 2008 si è constatato un leggero aumento, mentre negli anni successivi si è verificata di nuovo una leggera diminuzione. L’evoluzione del patrimonio bovino dipende principalmente dalle condizioni quadro politico-agrarie e macroeconomiche. Con la Politica agricola 2014–2017, viene a mancare il sostegno diretto ai consumatori di foraggio grezzo. Di conseguenza, il numero di animali sta diminuendo leggermente anche se in misura contenuta a causa di lievi aumenti dei prezzi dovuti al calo della produzione.

Dato che le emissioni di metano dipendono dal numero di animali, una riduzione del patrimonio bovino avrebbe ripercussioni positive sul bilancio dei gas serra della Svizzera. Tuttavia, in questo caso occorrerebbe importare più carne e latticini per poter coprire la domanda. Le relative emissioni si produrrebbero quindi all’estero. Rinunciamo di conseguenza a una valutazione dello stato e dell’evoluzione di questo indicatore. 

Raffronto internazionale

L’indicatore consente un raffronto internazionale, anche se sarebbe più adatto considerare il numero di bovini pro capite. L’Unione svizzera dei contadini (USC) raccoglie i dati e li trasmette alla FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations, faostat.fao.org). I dati delle due istituzioni differiscono leggermente poiché l’Unione dei contadini esegue piccole correzioni a posteriori.

Metodo

Il patrimonio bovino è un indicatore che prende in considerazione il numero di vacche da latte e di vacche nutrici nonché di vitelli. I dati sono rilevati dall’Ufficio federale di statistica in collaborazione con l’Ufficio federale dell’agricoltura e gli uffici cantonali dell’agricoltura. La raccolta dei dati avviene annualmente nell’ambito del censimento delle aziende agricole e ogni tre–cinque anni nel quadro di quello agricolo. Si tratta in entrambi i casi di rilevazioni esaustive. Il conteggio si riferisce sempre a una data precisa e non tiene conto delle variazioni intervenute nel corso dell’anno. Tutti i bovini sono marchiati individualmente in modo da garantirne la tracciabilità dalla nascita alla macellazione.

Per garantire una serie temporale coerente e completa, Agroscope (ART) e la Scuola superiore di scienze agronomiche, forestali e alimentari (HAFL) hanno consolidato i dati.

 
Ultimo aggiornamento: 16.04.2019

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-klima/klima--daten--indikatoren-und-karten/klima--indikatoren/indikator-klima.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9S0wwNjgmbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html