Indicatore rumore

Danni alla salute indotti dal rumore

Con ogni disturbo causato da rumore il corpo umano si mette in stato di allerta. Libera ormoni da stress, come l’adrenalina e il cortisolo, il cuore accelera i suoi battiti, aumenta la pressione del sangue come pure la frequenza della respirazione. Possono manifestarsi i sintomi seguenti:

  • molestie
  • pregiudizi alla concentrazione e alle prestazioni
  • disturbi al sonno
  • alta pressione
  • malattie cardiocircolatorie
Valutazione dello stato
scadente scadente
Valutazione della tendenza
nessuna valutazione possibile nessuna valutazione possibile
Rumore aereo 2015: 7200 Rumore ferroviario 2015: 8800 Rumore stradale 2015: 53300

Dati per il grafico: Excel
Fonte: BAFU
cardiopatia ischemica 2015: 9200 disturbi 2015: 29600 Disturbi del sonno 2015: 30500

Dati per il grafico: Excel
Fonte: UFAM
Commento

La popolazione Svizzera perde ogni anno circa 69 300 anni di vita, che senza il rumore causato dal traffico e una salute impeccabile avrebbero potuto essere vissuti (DALY). Il rumore causato dal traffico è il maggiore responsabile di questo stato di cose. 

La maggior parte degli anni di vita persi è attribuibile ai disturbi del sonno (44%) e ai disturbi percepiti (43%). L’importanza delle cardiopatie ischemiche causate dal rumore del traffico è con il 13 per cento di incidenza relativamente esigua.

Nonostante gli sforzi compiuti nel corso degli anni per ridurre il rumore del traffico, non si è riusciti a diminuire sostanzialmente il numero di persone da esso colpite. Inoltre, il nuovo studio pubblicato dall’OMS, secondo cui il rumore è dannosi già a un livello sonoro esiguo. Il numero dei DALY rimane quindi a un livello costantemente elevato. Per tale motivo lo stato è considerato negativo. 

Le conseguenze sulla salute subentrano anche al di sotto dei valori limite previsti dall’ordinanza contro l’inquinamento fonico (OIF). Per tale motivo le misure alla fonte sono ancora più importanti ai fini della riduzione del rumore del traffico, dato che ne beneficieranno tutti.

Raffronto internazionale

DALY è un valore riconosciuto a livello internazionale con cui si valutano gli effetti sulla salute. DALY sono utilizzati non soltanto per stabilire gli effetti del rumore sulla salute ma anche per determinare altri impatti rilevanti per la salute, come ad esempio l’inquinamento fonico. DALY consente quindi anche di effettuare un confronto delle ripercussioni sulla salute esercitate da diversi impatti ambientali.  

Un confronto diretto con altri Paesi europei risulta difficile, dato che, a differenza della Svizzera, quei Paesi non hanno effettuato alcun rilevamento esteso all’intero territorio nazionale.  

Metodo

Lo studio alla base del metodo „Auswirkungen des Verkehrslärms auf die Gesundheit“ si orienta alla metodologia degli studi „Burden of disease from environmental noise: Quantification of healthy life years lost in Europe“ (WHO, 2011) e “Environmental Noise Guidelines for the European Region” (WHO, 2018). 

Sulla base dell’esposizione della popolazione al rumore con l’ausilio di rapporti di impatto-effetto si calcola la frequenza di malattie e della probabilità di decesso, ovvero si appura il numero delle persone ammalate o decedute in seguito all’esposizione al rumore.  La somma composta dagli anni di vita persi in seguito a decessi prematuri come pure la perdita di tempo di vita causata da malattie o malanni risultano nella Disability adjusted life years o, in breve, DALY. La perdita di tempo di vita viene riconvertita in anni di vita persi, moltiplicandola per un determinato valore percentuale (disability weights = DW). L’entità del DW riflette la gravità del pregiudizio arrecato dalla malattia.

 
Ultimo aggiornamento: 25.11.2019

Ulteriori informazioni

Link

inidkatoren_hirun

Indicatori

Ricerca ed elenco di tutti gli indicatori

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-laerm/laerm--daten--indikatoren-und-karten/laerm--indikatoren/indikator-laerm.pt.html/aHR0cHM6Ly93d3cuaW5kaWthdG9yZW4uYWRtaW4uY2gvUHVibG/ljL0FlbURldGFpbD9pbmQ9TFIwMjYmbG5nPWl0JlN1Ymo9Tg==.html