1a Newsletter Foresta 2022 (31.03.2022)

Editoriale di Michael Reinhard

Michael Reinhard

Care lettrici, cari lettori,

Il DATEC ha dedicato la Giornata internazionale delle foreste 2022, che si tiene ogni anno il 21 marzo, ai risultati dello studio WaMos3. Lo studio si svolge in media ogni dieci anni e indaga sull’importanza che la popolazione svizzera attribuisce al bosco e ne registra le aspettative nei confronti di detto ecosistema, i suoi prodotti e le sue funzioni. A questo proposito, Karin Schneeberger, direttrice dell’UFAM, ha presentato i risultati dello studio nel bosco di Moncor nel Cantone di Friburgo, che ha accolto questo evento nazionale d’intesa con le autorità cantonali. I media hanno risposto positivamente. I risultati sono presentati più sotto.

La novità di quest’anno è l’entrata in vigore il 1° gennaio 2022 dell’ordinanza sul commercio di legno (OCoL) basata sulla legge sulla protezione dell’ambiente (LPAmb). Se, di fatto, le regole non cambiano per il legno svizzero prodotto e raccolto in maniera sostenibile, la dovuta diligenza è diventata obbligatoria per l’importazione e la commercializzazione dei prodotti legnosi. Numerosi comparti del commercio del legno in Svizzera hanno pertanto dovuto adattarsi, mentre in seno alla divisione Foreste dell’UFAM ha dovuto essere istituito un organo di controllo.

L’organizzazione si precisa anche per quanto concerne il tema della gestione degli incendi boschivi a seguito dell’adozione da parte del Consiglio federale di un rapporto chiesto dal consigliere nazionale Erich von Siebenthal. Per le allerte relative agli incendi boschivi, la Confederazione e i Cantoni hanno sviluppato un nuovo strumento, che fornirà nuove informazioni scientifiche e tecniche alle autorità competenti. Le formazioni si sono svolte a inizio anno e le attività dei prossimi anni si concentreranno sull’uniformazione delle allerte a livello nazionale.

In conclusione non posso non parlare del contesto geopolitico in cui ci troviamo attualmente. La divisione Foreste segue con grande attenzione l’evoluzione, in particolare per quanto riguarda l’approvvigionamento in materie prime e risorse energetiche. Le nostre foreste e la risorsa legno saranno portate alla ribalta se dovesse tradursi in realtà l’accesso limitato alle materie prime e alle risorse energetiche, o addirittura lo spettro di una penuria.

Michael Reinhard, capo della divisione Foreste, Ufficio federale dell'ambiente UFAM



Monitoraggio socioculturale del bosco WaMos 3

Nella Giornata internazionale delle foreste, il 21 marzo 2022, l’UFAM, in collaborazione con il Cantone di Friburgo, nel bosco presso Villars-sur-Glâne (FR) ha presentato i risultati del terzo «Monitoraggio socioculturale del bosco» (WaMos) realizzato tra la popolazione. Il sondaggio è stato integrato con studi scientifici supplementari.

Il terzo sondaggio nazionale sul bosco realizzato tra la popolazione (WaMos 3), cui hanno partecipato, per la prima volta online, oltre 3000 persone, si è svolto a inizio 2020. Le conclusioni tratte dai risultati del sondaggio sono incoraggianti: la popolazione apprezza il bosco e le sue funzioni e sostiene la gestione forestale integrata praticata in Svizzera. Rispetto al 1997 (WaMos 1) e al 2010 (WaMos 2) si riscontrano differenze importanti solo in pochi settori.

La popolazione svizzera e il bosco

Risultati del terzo monitoraggio socioculturale del bosco (WaMos 3) realizzato tra la popolazione. 2022

Il bosco secondo la popolazione svizzera (PDF, 976 kB, 21.03.2022)Interpretazione del terzo monitoraggio socioculturale del bosco realizzato tra la popolazione (WaMos 3) | Scheda informativa


Aggiornamento sull’ordinanza sul commercio del legno

L’UFAM e i Cantoni sono responsabili dell’esecuzione e dei controlli della nuova ordinanza sul commercio di legno (OCoL). Per poter svolgere tali compiti in forma digitale, l’UFAM mette a disposizione numerosi servizi nel portale eGovernment DATEC.

Attraverso controlli a campione basati sul rischio, l’UFAM verifica se le aziende hanno adempiuto gli obblighi sanciti dall’OCoL al momento dell’importazione e del commercio del legno. L’intero processo potrà essere svolto sul portale e i dati trasmessi dalle aziende potranno in futuro essere valutati in modo automatico.

Tramite il portale, che sarà attivato nell’autunno 2022, sarà inoltre possibile ottenere perizie su determinati dati aziendali, attuare la procedura di omologazione per gli organi di controllo e ricevere i rapporti annuali dei Cantoni sul legno tagliato in Svizzera.

In collaborazione con i Cantoni (SG CFP), l’UFAM ha infine elaborato un aiuto all’esecuzione concernente l’OCoL. La versione definitiva sarà disponibile entro l’estate.


Nuovo sistema di informazione «IGNIS» per le allerte di incendi boschivi

Con «IGNIS» l’UFAM e i Cantoni dispongono ora di informazioni aggiornate e previsioni sul pericolo di incendi boschivi in Svizzera. Il sistema canadese «Forest-Fire-Weather-Index» consente di calcolare numerosi indici che informano ad esempio in merito all’aridità dei diversi strati del suolo. I calcoli si fondano su informazioni meteorologiche e geodati di base. Dagli indici si estrapola ogni giorno un livello di allerta per regione, che può essere adeguato alle esigenze locali e cantonali. Il sito Internet è stato ottimizzato: i livelli di pericolo e le misure sono ora rappresentati separatamente.


Prodotti fitosanitari nel bosco: cancellate due sostanze attive

L’ordinanza sui prodotti fitosanitari (OPF; RS 916.161) è stata modificata a decorrere dal 1° gennaio 2022. L’elenco delle sostanze attive che possono essere utilizzate in Svizzera come prodotto fitosanitario è stato adeguato (all. 1 OPF) e alcune sostanze attive sono state cancellate. Tale modifica concerne anche il settore forestale. Nel corso del 2022 i prodotti contenenti le sostanze attive zeta-cipermetrina e alfa-cipermetrina non potranno pertanto più essere venduti o utilizzati.

Le scadenze di vendita e di utilizzo possono essere consultate sulla pagina web:


Bostrico: miglioramento della situazione nel 2021

La situazione relativa al bostrico è fortunatamente migliorata in Svizzera. La primavera 2021 relativamente fredda e umida e la susseguente estate piovosa ha favorito un miglioramento della situazione. Dopo il ripetuto stress da siccità, anche l’abete rosso ha potuto bene o male approfittare di questo miglioramento per riposarsi e meglio difendersi contro il bostrico. Di conseguenza, l’utilizzazione forzata durante l’estate è stata dimezzata e il numero di focolai di infestazione e di coleotteri catturati è sceso in misura significativa.

Informazioni supplementari sono disponibili nella pubblicazione del WSL: 

Buchdrucker - eine Beruhigung der Situation
Waldschutz Aktuell, 1/2022

Informazioni sull’evoluzione aggiornata dei coleotteri e previsioni:


Trasferimento delle conoscenze nel settore forestale

Nel quadro del progetto «Trasferimento delle conoscenze nel settore forestale» della divisione Foreste vengono preparati e presentati temi di attualità per gli operatori del settore. Le prime due offerte relative al trasferimento delle conoscenze sono state pubblicate di recente.

Il video esplicativo «Progettazione digitale di teleferiche forestali» spiega in forma concisa le principali conoscenze pratiche acquisite nel quadro di un progetto di ricerca del WSL e sussidiato dal Sostegno alla ricerca sulle foreste e il legno in Svizzera (FOLE-CH) e dal Politecnico federale di Zurigo. Il video presenta il metodo di calcolo appena sviluppato agli specialisti e sarà utilizzato in futuro anche nell’insegnamento. Anche il secondo contributo è di carattere tecnico. L’articolo «Piovono semi» («Es regnet Samen») parla della semina attraverso l’impego di droni. Questo metodo non è finora quasi mai stato testato in Svizzera, ma potrebbe essere interessante anche qui su piccola scala.

Planfor - Digitale Seillinienplanung: Erkenntnisse aus dem WSL-Forschungsprojekt zu neuen Grundlagen

Planfor - Es regnet Samen – Artikel zur Drohnensaat


Art. 32 LFo – Bando per il periodo 2023/2024

Le linee guida e il modulo di domanda sono stati modificati in vista del prossimo periodo di sostegno (2023/2024) ai compiti interessanti la conservazione della foresta (art. 32 LFo). In tal modo si garantisce un utilizzo efficiente e ottimale ai sensi della legislazione delle sempre minori risorse finanziarie disponibili. Inoltre, si semplifica e garantisce anche il coordinamento dei contenuti dei compiti delle singole associazioni che beneficiano di sostegni. Le associazioni sono state informate sulla prossima possibilità per l’inoltro delle domande e sulle condizioni quadro modificate.

Nota: le domande per progetti nel campo della formazione non rientrano più nel campo di applicazione dell’articolo 32 LFo, ma potranno essere trasmesse direttamente alle persone competenti della divisione Foreste dell’UFAM.

Informazioni supplementari:


La piattaforma «Bosco svago» ora disponibile anche in italiano

Un nuovo sito web si occupa del tema «Tempo libero e attività ricreative nel bosco». L’obiettivo della piattaforma di illustrare il tema in modo esaustivo e di metterlo in luce come pure di favorire lo scambio di conoscenze tra la ricerca e la pratica. Il bosco offre spazio per molte attività ed esigenze diverse in qualsiasi periodo dell’anno. Sempre più persone scelgono il bosco per trascorrervi il tempo libero. Queste ragioni hanno spinto l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e la Comunità di lavoro per il bosco ad attivare nel settembre una piattaforma web contenente informazioni sul tema del tempo libero e delle attività ricreative nel bosco.

La piattaforma «Bosco svago» è ora disponibile anche in italiano:

www.boscosvago.ch


Informazioni supplementari

Workshop sulla valutazione integrata delle prestazioni forestali, dei valori e degli scambi

Il Politecnico federale di Zurigo (PFZ) e la divisione Foreste dell’UFAM, in collaborazione con Ecosystem Services Partnership (ESP), organizzano il 5 e 6 maggio 2022 presso il PFZ un workshop dedicato alle prestazioni forestali. L’evento è destinato agli specialisti del bosco e a tutti coloro che si occupano di temi attinenti alle foreste come pure a ricercatori e studenti. Il workshop si prefigge di meglio far comprendere ai partecipanti le prestazioni forestali e la loro valutazione applicando strumenti di valutazione in casi pratici.

L’iscrizione è gratuita. Informazioni supplementari sono disponibili sul sito https://form.ethz.ch/news-and-events/IA-FES.html

Termine d’iscrizione: 6 aprile 2022 (i posti sono limitati)

Attività internazionali nel settore forestale

Dopo due anni praticamente senza riunioni in presenza sono stati riavviati i negoziati internazionali rilevanti per le foreste. Nel marzo 2022 sono state preparate a Ginevra le decisioni relative a un quadro globale sulla biodiversità, poiché gli obiettivi di «Aichi» adottati 10 anni fa sono giunti a scadenza. In maggio si terranno rispettivamente a New York e a Seul lo United Nations Forum on Forests e il FAO World Forestry Congress, durante i quali l’UFAM presenterà le esperienze maturate in Svizzera nel quadro dei cambiamenti climatici e della sostenibilità. Il comitato «Foresta e legno» dell’UNECE, con sede a Ginevra, riferirà in merito ai risultati dei gruppi di lavoro sulla gestione sostenibile e i prodotti legnosi, la rendicontazione e la comunicazione e formulerà delle raccomandazioni. Il 2 giugno 2022 l’UFAM organizzerà nuovamente a Berna uno scambio di esperienze sulla politica forestale internazionale, cui parteciperanno gli uffici federali interessati, le ONG e la comunità scientifica.


Pubblicazioni

Jahrbuch Wald und Holz 2021

cover-UZ-2026-D

Questa pubblicazione non esiste in italiano. È disponibile in altre lingue.


Personale

Il 28 febbraio 2022 è stato l’ultimo giorno di lavoro all’UFAM della signora Gerda Jimmy in qualità di collaboratrice scientifica. Lascia il nostro Ufficio dopo sette anni per affrontare nuove sfide professionali. Ringraziamo la signora Jimmy per il suo ottimo lavoro e la piacevole collaborazione nell’ambito della formazione (continua) e del trasferimento delle conoscenze nel settore forestale, molto importante per gli specialisti forestali in Svizzera.

Dal 1° giugno 2022, il signor Sylvan Pavonet, in qualità di collaboratore scientifico della divisione Foreste, contribuirà a elaborare e ad attuare l’esecuzione dell’ordinanza sul commercio di legno (OCoL). Di formazione ingegnere del legno, ha acquisito esperienza quale ingegnere di processo nel settore industriale, parla quattro lingue ed è di nazionalità belga. Diamo un caloroso benvenuto all’UFAM al signor Sylvan Pavonet.

Contatto
Ultima modifica 31.03.2022

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/bosco/newsletter/1-newsletter-foresta-31-03-2022.html