Conferenza internazionale sui prodotti chimici e rifiuti pericolosi a Ginevra

Dal 28 aprile al 10 maggio 2013 si è svolta a Ginevra una conferenza delle tre convenzioni che regolamentano i prodotti chimici e i rifiuti pericolosi a livello internazionale (convenzioni di Stoccolma POP, di Rotterdam PIC e di Basilea). Altri cinque prodotti chimici saranno assoggettati alla regolamentazione internazionale.

A livello mondiale, sono state adottate tre convenzioni volte a disciplinare la gestione dei prodotti chimici e dei rifiuti pericolosi :

  • la Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP);
  • la Convenzione di Rotterdam concernente la procedura di assenso preliminare con conoscenza di causa (PIC);
  • la Convenzione di Basilea sul controllo dei movimenti oltre frontiera di rifiuti pericolosi e sulla loro eliminazione.  

Dal 2010, soprattutto su impulso della Svizzera, le tre convenzioni beneficiano di una direzione e di un segretariato comuni. Questo ravvicinamento, inteso a rafforzare il coordinamento e la cooperazione in materia di prodotti chimici e di rifiuti, è una novità nella governance ambientale.

L'HBCD, un agente ignifugo, è stato inserito nell'elenco degli inquinanti organici persistenti (Convenzione di Stoccolma). La sua produzione e il suo utilizzo sono da ora vietati. Deroghe sono tuttavia ammesse durante i prossimi cinque anni in relazione all'impiego dell'HBCD come additivo nel polistirolo espanso ed estruso utilizzato per l'isolamento degli edifici.

Altri quattro prodotti chimici sono stati assoggettati alla Convenzione di Rotterdam. La loro esportazione sarà possibile solo previo consenso dei Paesi destinatari, i quali saranno stati debitamente informati sui rischi per l'ambiente e la salute pubblica.

Nel quadro della Convenzione di Basilea, i Paesi hanno inoltre adottato una serie di documenti tecnici volti a migliorare la gestione dei rifiuti e il controllo dei loro movimenti transfrontalieri. Il processo di riavvicinamento delle tre Convenzioni verrà inoltre rafforzato. I Paesi hanno approvato un programma comune alle tre Convenzioni per il biennio 2014-2015 corredato di un preventivo congiunto. Al contempo, esse manterranno le loro attività specifiche.

News

Ulteriori informazioni

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/prodotti-chimici/dossier/conferenza-internazionale-sui-prodotti-chimici-e-rifiuti-pericol.html