Discarica di Gamsenried, Gamsen (VS)

Gamsenried
Vista aerea della discarica di Gamsenried tra Briga e Visp
© David Bumann

La vecchia discarica di Gamsenried – 100 anni di storia industriale

Dal 1918 al 1978 la Lonza, un’azienda del settore chimico, ha conferito i suoi residui di produzione nella discarica ora in disuso di Gamsenried. Stando al rapporto dell’indagine storica, la maggior parte dei rifiuti era costituita da idrossido di calcio («calce spenta») proveniente dalla produzione di acetilene. A partire dal 1941 sono stati conferiti in discarica anche rifiuti contenenti mercurio, ai quali negli anni ’60 si sono aggiunti per circa quindici anni anche rifiuti provenienti da un nuovo tipo di produzione chimica delle ammine. I principali inquinanti sono il mercurio, l’anilina, la benzidina e il benzene.
Nel 1992, le autorità hanno autorizzato la presenza sul sito di due discariche conformi all’Ordinanza tecnica sui rifiuti (OTR). Una è ancora in funzione e accoglie ceneri pesanti e ceneri dell’impianto di incenerimento dei rifiuti urbani dell’Alto Vallese, mentre l’altra, in cui venivano conferiti rifiuti inerti, è stata chiusa.
Inizio degli anni ’90 a valle della vecchia discarica è stata costruita una barriera idraulica, volta a eliminare la maggior parte degli inquinanti dalle acque sotterranee. Pur se rafforzata nel 2014, un pennacchio inquinante si estese nelle acque sotterranee per circa 3 km a valle della discarica.
Nel 2011 il servizio per la protezione dell’ambiente del Canton Vallese ha classificato la vecchia discarica di Gamsenried come sito contaminato da risanare. Da allora, sono state effettuate numerose indagini per localizzare le sostanze inquinanti nella discarica e per identificare i pericoli per l’ambiente.
Secondo le prime valutazioni delle varianti di risanamento fatte dall’azienda, una parte dei rifiuti dovrà essere rimossa e smaltita. Inoltre si stanno valutando anche delle misure da realizzare in sito. Una volta terminati i lavori di risanamento, occorrerà in ogni caso garantire che la discarica non causi più alcun danno ambientale, senza che debbano essere previste misure attive come il pompaggio.

Al contempo, sono in corso delle misure di messa in sicurezza del sito. Si prevede di trattare il pennacchio inquinante per ridurre rapidamente l’impatto ambientale della discarica in disuso.

Ruolo dell’UFAM

Il risanamento del sito è particolarmente complesso, non solo per le dimensioni eccezionali della discarica, degli inquinanti presenti e dei diversi decenni necessari per il risanamento, ma anche per l’ubicazione di questo sito contaminato, direttamente ai piedi del fiume Rodano.

L’UFAM segue il progetto e fornisce un sostegno generale al servizio per la protezione dell’ambiente del Canton Vallese rispondendo alle domande sull’attuazione della legislazione federale, sia per quanto riguarda le misure di risanamento che quelle del trattamento dei rifiuti.

Nelle immediate vicinanze della discarica sono state realizzate o sono previste misure di correzione del Rodano che saranno probabilmente influenzate dal risanamento.

Contatto
Ultima modifica 26.01.2021

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/siti-contaminati/siti-contaminati--informazioni-per-gli-specialisti/gestione-dei-siti-contaminati/risanamento-dei-siti-inquinati-otto-progetti-di-grande-portata/discarica-di-gamsenried-gamsen-vs.html