Gestione dei siti contaminati

Per motivi di personale, di tempo e di tipo finanziario, l'elevato numero di siti inquinati può essere trattato solo a tappe. Per ogni singolo caso, occorre procedere dal "generale al particolare" affinché si possa determinare tra i circa 38'000 siti esistenti quelli che necessitano di sorveglianza o di risanamento e valutarli nel quadro di una stima della minaccia.

Stato dell'allestimento

I catasti dei siti inquinati federali e cantonali sono conclusi e accessibili in Internet. Complessivamente sono registrati circa 38 000 siti inquinati, di cui circa 4000 devono essere risanati («siti contaminati»). Più di 1'400 siti sono nel frattempo già stati risanati.

Trattamento

I problemi relativi ai siti contaminati devono essere trattati sistematicamente, al fine di evitare costi sproporzionati. È dunque consigliato seguire lo schema riportato qui sotto.

Catasto

L'iscrizione nel catasto dei siti contaminati, valutazione preliminare

Indagine preliminare

Accertamento della necessità della sorveglianza e del risanamento

Indagine dettagliata

Determinazione degli obiettivi e dell'urgenza del risanamento

Risanamento

Il sito è risanato.

Grandi risanamenti

Bei der Sanierung von Altlasten treffen die Fachleute auf die unterschiedlichsten Gegebenheiten. Kompetenz und Anpassungsfähigkeit sind gefragt, und der Zuwachs an Know-How ist angesichts der vielfältigen Rahmenbedingungen beträchtlich.

Sorveglianza, provvedimenti dopo il risanamento

Due elementi centrali delle risanamento

Collaborazione

I compiti così complessi come la gestione dei siti contaminati possono essere affrontati solo con la partecipazione di tutte le parti nella ricerca di una soluzione ottimale. L'ordinanza sui siti contaminati indica la via da percorrere.

Impianti di tiro

L’indagine, la sorveglianza e il risanamento dei parapalle negli impianti di tiro fanno emergere regolarmente questioni concernenti la procedura, gli obiettivi e le misure necessarie nonché le conseguenze finanziarie e le basi scientifiche.

Valori di concentrazione per sostanze, che non figurano nell'allegato 1 o 3 OSiti

Nel caso che per certe sostanze suscettibili di inquinare l'ambiente l'Ordinanza sui siti contaminati non contenga valori di concentrazione, l'autorità competente li stabilisce, previa approvazione dell'UFAM, per il singolo caso. L'aiuto all'esecuzione "Calcolo dei valori di concentrazione e dei valori limite per i materiali solidi" illustra il metodo di calcolo. La seguente tabella riassume tutte le sostanze, per le quali sono già stati definiti tali valori.

Contatto
Ultima modifica 11.09.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/siti-contaminati/siti-contaminati--informazioni-per-gli-specialisti/gestione-dei-siti-contaminati.html