Monitoraggio di scivolamenti

Una misura di protezione possibile contro gli scivolamenti è costituita dal monitoraggio dei pendii a rischio. Per sorvegliare i pendii l’UFAM utilizza oggi gli strumenti più moderni a disposizione, come l’interferometria radar, un metodo che consente di identificare le masse in movimento e di determinare l’entità dello scivolamento.

Per un monitoraggio completo dei pendii a rischio occorre tenere sotto osservazione i seguenti aspetti:

  • Situazione meteorologica
    I principali meccanismi di attivazione dei processi di movimento di versante sono costituiti da precipitazioni forti e persistenti. Pertanto, nell'osservazione dei pendii soggetti a movimento è importante valutare la situazione meteorologica.
  • Situazione idrologica
    La quantità delle precipitazioni cadute e il livello di falda freatica forniscono informazioni su una possibile destabilizzazione di un pendio.
  • Movimenti di terreno
    Lo sviluppo della velocità di scivolamento può essere misurata. Oltre ai metodi di misurazione tradizionali vengono applicati anche metodi satellitari sempre più fondati, per esempio la misurazione di distanze mediante interferometria radar.

Interferometria radar

Con questo metodo i satelliti inviano onde radar sulla superficie terrestre, che le riflette. Ciò consente di ottenere misurazioni molto precise delle distanze tra il satellite e la superficie terrestre. Se un pendio è in movimento, la distanza tra il satellite e la superficie terrestre cambia tra una misurazione e quella successiva. Gli strumenti di misurazione riconoscono questa differenza e la riproducono sulle riprese satellitari.

Questo metodo offre nuove opportunità per sorvegliare aree disabitate, dove non esistono altre reti di misurazione. Pertanto, l'interferometria radar è adatta anche ai pendii finora stabili grazie al permafrost e resi instabili dal suo scioglimento in seguito al cambiamento climatico. L'utilizzo ottimale dei dati forniti da questo metodo si ottiene in particolare in combinazione con i dati geomorfologici.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 05.11.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-naturgefahren/naturgefahren--daten--indikatoren-und-karten/naturgefahren--monitoringprogramme/ueberwachung-von-rutschungen.html