Pronti a far fronte ai danni da forti precipitazioni: la nuova carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera

03.07.2018 - In caso di precipitazioni forti o persistenti, il suolo non riesce più ad assorbire l’acqua, la quale defluisce e allaga ad esempio giardini e orti, cantine o garage. Questo ruscellamento superficiale causa danni nell’ordine di milioni di franchi. In collaborazione con il settore assicurativo, la Confederazione ha pertanto elaborato la nuova carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera. La carta illustra le superfici interessate dal ruscellamento superficiale e consente di individuare i pericoli, di adottare tempestivamente le misure di protezione necessarie e di prevenire i danni.

L’8 luglio 2018 la città di Zofingen, nel Canton Argovia, è stata colpita da un forte temporale. Nel giro di due ore sulla regione si sono scaricate quattro celle di precipitazione con forti rovesci e grandine. Alcune località hanno registrato più precipitazioni in quelle due ore che in tutto il mese di luglio. L’acqua ha allagato sottopassaggi, cantine e parcheggi sotterranei, i pendii hanno iniziato a staccarsi e la pioggia è caduta in quantità tali da rovinare le facciate degli edifici. Inoltre è stata messa fuori uso anche gran parte della rete elettrica. I danni sono stati enormi, per un valore di diversi milioni di franchi.

Irma Jordi, responsabile della casa per anziani Blumenheim a Zofingen, è stata testimone del maltempo dell’8 luglio 2017. Nella breve intervista racconta come sia stata sorpresa dall’acqua e illustra i danni causati dalle forti precipitazioni.


Troppa acqua per il suolo

Diverse località della Svizzera hanno subito eventi simili anche nel 2018. L’11 giugno, a Losanna, nel Canton Vaud, precipitazioni eccezionalmente intense hanno causato l’allagamento della stazione ferroviaria. L’8 giugno, a Frauenfeld, nel Canton Turgovia, forti precipitazioni temporalesche hanno allagato una palestra e la caserma dei pompieri. Infine, il 27 maggio, precipitazioni torrenziali nella regione di Berna hanno allagato numerose cantine.

Le condizioni climatiche causano ripetutamente eventi meteorologici violenti. Soprattutto nei mesi estivi si registra una moltiplicazione di forti precipitazioni e temporali. Quantità di acqua elevate, che cadono nel giro di poco tempo, non possono più essere assorbite dal suolo e defluiscono dai pendii. Queste acque superficiali si accumulano in pianura e possono allagare gli edifici e causare notevoli danni.  Le acque superficiali possono costituire un pericolo per gli edifici, le strade o le linee dell’elettricità ma anche per le persone.

Canton Sciaffusa, maggio 2013
© Kanton Schaffhausen

Prevenire insieme i danni

Per essere pronti in futuro a far fronte a situazioni come quelle verificatesi a Zofingen e a Losanna, l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), insieme all’Associazione Svizzera d’Assicurazioni (ASA) e all’Associazione degli istituti cantonali di assicurazione (AICA), ha elaborato la carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera. Questo progetto, sviluppato in collaborazione con il settore pubblico e quello privato, ha consentito di allestire una carta nazionale che raffigura le superfici in Svizzera potenzialmente minacciate dal ruscellamento superficiale.

Lo strumento creato offre alle parti interessate, ad esempio committenti, studi di pianificazione e di architettura, autorità competenti in materia di costruzioni, servizi specializzati in materia di pericoli naturali o di protezione della popolazione, assicurazioni e ad altri attori, una base per individuare tempestivamente i pericoli e prevenirli adottando misure idonee.

 

La carta è disponibile on line. Essa aiuta a prepararsi a un clima più caldo e con eventi meteorologici più frequenti e violenti (ad es. temporali, forti precipitazioni, tempeste). È particolarmente importante essere preparati a far fronte alle acque superficiali, dato che possono essere improvvise.

Paul Steffen, vicedirettore dell'UFAM: «Un progetto d’avanguardia grazie all’unione delle forze»

La carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera è un progetto pionieristico. Paul Steffen, vicedirettore dell’UFAM, illustra in un’intervista la nascita del progetto, la sua utilità e come proteggersi tra le mura di casa contro le acque di superficie.

Paul Steffen, Vizedirektor BAFU
Paul Steffen, Vizedirektor BAFU

Quali sono i motivi che hanno portato all’elaborazione della carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera?

Gli eventi meteorologici del giugno 2018 a Losanna, Frauenfeld o nella regione di Berna, come pure gli allagamenti a Zofingen nel luglio 2017 hanno di mostrato ancora una volta in modo chiaro come l’improvviso ruscellamento delle acque superficiali possa causare danni notevoli con costi in milioni di franchi. La Svizzera è un Paese densamente popolato e il valore delle infrastrutture, ad esempio strade, linee elettriche o edifici, è in continuo aumento. Il clima più caldo ci induce inoltre a prendere in considerazione il fatto che gli eventi meteorologici saranno più frequenti e violenti. Dalle osservazioni e riflessioni fatte è così scaturita l’idea di una carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera. È nostra intenzione prevenire nel migliore dei modi anche questo tipo di pericolo naturale.

Che utilità ha la carta dei pericoli?

Questa carta dei pericoli è molto utile contro la minaccia costituita dalle acque, finora sottovalutata. È compito della Confederazione proteggere la popolazione e le infrastrutture dai pericoli naturali. La carta fornisce un importante contributo in tal senso, poiché rappresenta le zone in cui il suolo non assorbe più acqua a seguito di forti precipitazioni. L’acqua defluisce quindi in superficie. Si tratta di uno strumento che consente di adottare misure preventive. La carta, ad esempio, permette ai proprietari di edifici di individuare i rischi, adottare misure e prevenire danni. I proprietari risparmiano quindi costi ed evitano situazioni spiacevoli. La carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera colma una lacuna nell’ambito della protezione contro le piene e contribuisce alla sicurezza collettiva.

Come è nato questo progetto comune tra Confederazione e settore assicurativo?

La protezione contro i pericoli naturali rappresenta un compito notevole per la Svizzera, un Paese alpino e, come tale, particolarmente esposto. In quanto ente pubblico abbiamo tutto l’interesse a garantire la sicurezza contro i pericoli menzionati e, quindi, il benessere della popolazione e del Paese. Per superare tali sfide occorre la collaborazione sia con altri enti pubblici che con il settore assicurativo. E le supereremo soltanto lavorando insieme. L’elaborazione della carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera è dunque un progetto comune, diretto congiuntamente dal settore pubblico e da quello privato. Grazie all’ottima collaborazione con l’Associazione Svizzera d’Assicurazioni (ASA) e l’Associazione degli istituti cantonale di assicurazione (ACAIA) è nato un prodotto che può essere considerato all’avanguardia anche a livello internazionale.

Utilizzerà la carta dei pericoli anche a fini privati?

Certamente! In quanto proprietario di una casa è nel mio interesse proteggere la mia dimora e la mia famiglia da rischi e danni. Specialmente ora, durante il periodo estivo, visto che il tempo caldo può causare tempeste e precipitazioni. La carta aiuta anche me a prepararmi a far fronte a simili eventi. Sono convinto che la popolazione intera trarrà benefici dalla carta nazionale.

Canton Sciaffusa, maggio 2013
© Kanton Schaffhausen

Cooperazione con le assicurazioni: Grande interesse - notevole potenziale di danno

Le analisi dei danni svolte dalle assicurazioni mostrano che in caso di forti precipitazioni il ruscellamento superficiale è responsabile fino al 50 per cento dei danni da piena, che corrisponde a circa 140 milioni di franchi l’anno. Finora mancano basi su ampia scala volte a proteggere preventivamente edifici e infrastrutture dal ruscellamento e quindi a limitare eventuali danni. Nonostante alcuni Cantoni già dispongano di carte che raffigurano le fonti di pericoli e illustrano la direzione dei flussi delle acque superficiali, manca ancora una valutazione nazionale del ruscellamento superficiale.

I Cantoni, i Comuni e le assicurazioni hanno un notevole interesse a disporre di simili informazioni, in particolare per il fatto che fungono da base per le misure di protezione di oggetti e superfici.  La nuova carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera colma ora questa lacuna. 

Alfred Eggg

Alfred Egg, presidente della Commissione sinistri ASA: «La nuova carta dei pericoli di ruscellamento in Svizzera ci consente di prepararci nel migliore dei modi a far fronte ai relativi rischi. Inoltre, l’assicurazione danni naturali ci offre l’opportunità di assicurarci in modo adeguato contro le conseguenze del ruscellamento superficiale e quindi di disporre di un modello unico al mondo.»

Dölf Käppeli

Dölf Käppeli, direttore della Gebäudeversicherung Luzern GVL / PLANAT: «La nuova carta dei pericoli di ruscellamento superficiale in Svizzera è un servizio finalizzato al bene comune. Il pericolo causato dalle acque di ruscellamento viene evidenziato e costituisce una base solida per misure mirate di protezione puntuale degli edifici. Sovente, piccoli provvedimenti edili consentono di prevenire ingenti danni.»

Weiterfühernde Informationen

Contatto
Ultima modifica 03.07.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/pericoli-naturali/dossier/carta-pericoli-ruscellamento-superficiale.html