Prati e pascoli secchi

I prati e i pascoli secchi sono ambienti forgiati dallo sfruttamento agricolo estremamente ricchi di specie. La Confederazione ha iscritto le superfici più pregevoli in un apposito inventario.

Con fino a 100 specie vegetali per area, i prati e i pascoli secchi sono le comunità vegetali più ricche di specie in Svizzera. Quasi due terzi di tutte le specie vegetali della Svizzera vivono in questi ecosistemi, così come due terzi delle specie rare e minacciate della flora svizzera. Oltre 400 specie vegetali (13 % della flora svizzera) sono presenti unicamente in questi habitat. Grazie a questa grande diversità, gli habitat sono molto importanti anche per la fauna, ad esempio per gli insetti.

Dal 1900, più del 95% dei prati e dei pascoli secchi in Svizzera sono stati distrutti e la loro superficie e qualità continuano a diminuire.

Per contrastare il continuo calo di questi ambienti naturali, nel 2010 il Consiglio federale ha recensito i prati e pascoli secchi d’importanza nazionale (PPS) in un inventario secondo l’articolo 18a della legge federale sulla protezione della natura e del paesaggio (LPN).

L’inventario conta attualmente 3951 oggetti (stato: 1. gennaio 2021), che corrispondono complessivamente allo 0,7 per cento del territorio nazionale.

Obiettivi di protezione

Secondo l’ordinanza sui prati secchi (OPPS), gli oggetti devono essere conservati intatti. L’obiettivo di protezione comprende in particolare:

  • la conservazione e la valorizzazione delle specie vegetali e animali caratteristiche come pure degli elementi ecologici indispensabili alla loro esistenza;
  • la conservazione delle particolarità, della struttura e della dinamica tipiche dei prati secchi;
  • un’agricoltura e un’economia forestale sostenibili.

In un aiuto all’esecuzione, l’UFAM ha precisato il contenuto dell’ordinanza, soprattutto per quanto concerne l’adeguata gestione e utilizzazione di questi habitat, necessarie per raggiungere gli obiettivi di protezione.

Prati e pascoli secchi d’importanza nazionale

Cover Prati e pascoli secchi d’importanza nazionale

Aiuto all’esecuzione dell’ordinanza sui prati secchi. 2010

Gestione, utilizzazione e zone prioritarie

L’esecuzione delle misure di protezione è di competenza dei Cantoni, i quali hanno anche la facoltà di definire zone prioritarie con relativi obiettivi di protezione. Le zone prioritarie raggruppano singoli oggetti. Le misure di protezione e le condizioni di utilizzazione dei singoli oggetti sono definite per ogni zona in un piano di gestione globale.

Le zone prioritarie vengono istituite a scopo di interconnessione, al pari dei prati e pascoli secchi inventariati, e sono dunque una parte importante dell’infrastruttura ecologica.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 20.07.2022

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-biodiversitaet/biodiversitaet--fachinformationen/oekologische-infrastruktur/biotope-von-nationaler-bedeutung/trockenwiesen-und--weiden.html