Elettrosmog: Dossier

Reti 5G: opportunità ed esigenze nello sviluppo in Svizzera

17.04.2019 - La prossima tappa sarà l’introduzione della quinta generazione di radiotelefonia mobile (5G) in Svizzera. Il gruppo di lavoro Radiotelefonia mobile e radiazioni, istituito nel settembre 2018 dall’allora Consigliera federale Doris Leuthard, deve analizzare le esigenze e i rischi legati allo sviluppo delle reti 5G e fornire raccomandazioni. L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) dirige il gruppo di lavoro. Il 17 aprile 2019, inoltre, il Consiglio federale ha deciso una modifica dell’ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ORNI), anche in vista dello sviluppo delle reti 5G.

Radiazioni non ionizzanti - L’elettrosmog sotto controllo

Per potenziare la rete di telefonia mobile vengono installate ogni anno centinaia di nuove antenne. Una procedura di autorizzazione, ricezione e controllo ben rodata assicura però che le radiazioni non ionizzanti (RNI) si mantengano entro i valori limite previsti dalla legge.

Quando di notte si vede come di giorno

19.11.2013 - Un’illuminazione artificiale eccessiva può recare pregiudizio alle specie di animali notturne e dare notevole disturbo alla popolazione. Nuovi accorgimenti – tra cui i LED – consentono di contrastare efficacemente il problema. Cresce così il numero di città che adottano misure «illuminate» per far fronte all’inquinamento luminoso.

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/themen/thema-elektrosmog/elektrosmog-und-licht--dossiers.html