Gestione delle risorse idriche

I cambiamenti di destinazione del territorio e i progressivi cambiamenti climatici pongono nuove sfide alla gestione delle acque svizzera. Anche la Svizzera, in quanto «serbatoio d'acqua d'Europa», può essere colpita da problemi temporanei di penuria d’acqua locale, come hanno dimostrato l’estate del 2003, la primavera del 2011 o la siccità del 2015. Inoltre le costruzioni nelle zone e nelle aree di protezione delle acque minacciano sempre più spesso la sicurezza dell’approvvigionamento idrico.

Una pianificazione previdente delle risorse idriche a livello regionale consente di affrontare tempestivamente tali problemi e di evitare conflitti relativi alle quantità d'acqua. Per la gestione dei problemi di penuria d'acqua l'UFAM mette a disposizione delle basi pratiche in tre moduli che si rifanno alle Linee guida per la gestione a scala di bacino.


Modulo 1 – Identificare le zone a rischio

Il modulo 1 presenta una procedura per stabilire la necessità di intervento a livello cantonale in caso di problemi di penuria d'acqua locale. Ne risulta una carta indicativa sulla penuria d'acqua. Il modulo tiene conto delle condizioni molto diversificate e dei problemi di penuria d'acqua nei Cantoni e nelle regioni, illustrando metodi alternativi e fasi approfondite a vari livelli.

Identifier les régions où des actions s'imposent en cas de sécheresse (PDF, 6 MB, 22.04.2016)Gérer les pénuries locales d'eau en Suisse. Sur mandat de l'OFEV

Strumenti ausiliari


Erarbeitung von Massnahmen zur langfristigen Sicherstellung der Wasserressourcen

Modulo 2 – Gestire le risorse idriche sul lungo termine

Nelle zone a rischio le situazioni di penuria d’acqua devono essere prevenute attuando una gestione
lungimirante delle risorse idriche locali. È l'unico modo per garantire la disponibilità a lungo termine di risorse idriche sufficienti per le diverse esigenze di protezione e di utilizzazione. Considerate notevoli differenze tra una regione e l'altra non esiste una procedura standard. Si richiede piuttosto una pianificazione e una gestione sul lungo termine adattate alla regione e al problema specifico. Il rapporto illustra come affrontare la problematica utilizzando strumenti di pianificazione già esistenti nei Cantoni e nelle regioni. Una cinquantina di proposte di misure volte a garantire sul lungo termine le risorse idriche sono presentate sotto forma di lista di controllo.


Modulo 3 – Gestire le situazioni eccezionali

Il modulo 3 è una cassetta degli attrezzi finalizzata a superare in breve tempo situazioni di penuria d'acqua. Introduce le condizioni quadro federali e gli strumenti esistenti per la gestione delle risorse idriche in situazioni eccezionali. In seguito sono illustrate le basi per la ponderazione degli interessi e la definizione di priorità, che costituiscono una delle basi per la valutazione, spesso necessaria, tra interessi di protezione e/o di utilizzazione in situazioni eccezionali. Le basi presentate possono essere ulteriormente differenziate a livello cantonale o regionale in modo da tener conto delle peculiarità regionali. Inoltre, il modulo comprende 22 misure desunte dalla pratica che perseguono l'obiettivo di attenuare le conseguenze delle situazioni eccezionali. Infine, sulla base di quattro esempi, sono fornite diverse opzioni su come combinare le singole misure illustrate in precedenza a seconda delle esigenze.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 16.03.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/misure-per-la-protezione-delle-acque/strumenti/gestione-delle-risorse-idriche.html