Risanamento con o senza progetto di costruzione: coordinamento tra la legislazione sui siti contaminati e quella edilizia

Risanamento senza progetto di costruzione

A seconda della procedura, la bonifica di un sito contaminato avviene con o senza misure costruttive soggette a domanda di costruzione. Nel caso di grandi progetti, come ad esempio l'esecuzione di un sistema di pareti di sbarramento per la circoscrizione di un sito contaminato, occorre rispettare le prescrizioni delle leggi cantonali e comunali in materia edilizia. Per contro, nei risanamenti che comportano interventi costruttivi minimi (per es. un risanamento biologico in situ) in genere non sono necessari permessi di costruzione. Nei casi in cui per il risanamento del sito sono necessarie misure costruttive, la decisione delle autorità sul progetto di risanamento va coordinata con il relativo permesso di costruzione.

Risanamento con progetto di costruzione

  • il sito non deve essere risanato o che il progetto non generi una necessità di risanamento;
  • il successivo risanamento non diventi sostanzialmente più difficile in seguito al progetto, e che
  • il sito, nella misura in cui viene modificato dal progetto di costruzione, venga contemporaneamente risanato. 

Nel caso di progetti di costruzione su siti inquinati è molto importante accertare per tempo gli effetti del progetto sul sito in questione, nonché le misure e gli accertamenti supplementari necessari. Questo riguarda soprattutto i siti inquinati in cui si devono ancora effettuare indagini per stabilire la necessità di sorveglianza o di risanamento. Se effettuate per tempo, le indagini sull'inquinamento del sito e dei beni da proteggere consentono di evitare differimenti onerosi nella procedura di autorizzazione, ritardi nella costruzione o addirittura un blocco del cantiere.

Le norme vigenti in materia di siti contaminati non escludono la possibilità di costruire su un sito inquinato.
Se nell'ambito di un progetto di costruzione (per es. la costruzione di uno stabilimento industriale) dovesse rendersi necessario il risanamento di un sito contaminato, è opportuno coordinare il progetto di risanamento o la decisione delle autorità in merito con il progetto di costruzione e la procedura d'autorizzazione a costruire. Di principio, l'autorità può rilasciare il permesso di costruzione solo dopo aver approvato il progetto di risanamento, a condizione che non sia dimostrato che il progetto ostacoli in misura rilevante il futuro risanamento.

Maggiori informazioni sono disponibili nel modulo «Progetti di costruzione e siti inquinati» dell'aiuto all'esecuzione «Gestione generale dei siti inquinati».

Contatto
Ultima modifica 16.09.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/siti-contaminati/siti-contaminati--informazioni-per-gli-specialisti/gestione-dei-siti-contaminati/trattamento-dei-siti-contaminati---fase-4--risanamento/risanamento-con-o-senza-progetto-di-costruzione--coordinamento-t.html