L'ozono nell'aria

I periodi estivi caratterizzati da forte irraggiamento solare e assenza di vento determinano un aumento dell’inquinamento da ozono, con effetti negativi sia sulla salute dell’uomo che sulla vegetazione, sugli edifici, sui materiali e sul clima.

Nei mesi estivi i valori limite dell'ordinanza contro l'inquinamento atmosferico continuano a essere spesso superati. Responsabili sono gli ossidi di azoto (NOx) e i composti organici volatili (COV) a partire dai quali, sotto l'influsso della luce solare, si forma l'ozono. Le emissioni del traffico motorizzato, l'industria, l'artigianato, come pure i solventi costituiscono la causa principale di detti inquinanti. La Confederazione vuole ridurre con provvedimenti costantemente efficaci gli inquinanti atmosferici a livello nazionale e internazionale e, di conseguenza, limitare l'inquinamento da ozono e lo smog estivo. Ognuno di noi può contribuire affinché le emissioni di inquinanti atmosferici restino entro i limiti previsti dalla legge.

Valori attuali

Applicazione per smartphone «airCHeck»

Logo AirCHeck

L'applicazione gratuita airCHeck mostra la qualità dell'aria in tutta la Svizzera e nel Liechtenstein. Inoltre airCHeck informa a proposito degli effetti sulla salute dell'inquinamento dell'aria e sui possibili provvedimenti da adottare.

Effetti e misure

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Documenti

Smog estivo e ozono (PDF, 161 kB, 22.06.2016)Informazioni sull’ozono, le sue origini, le emissioni dei suoi precursori, la qualità dell’aria in estate, le misure per migliorarla, come pure i suoi effetti sulla salute umana, gli ecosistemi, i beni materiali e il clima.

Contatto
Ultima modifica 22.06.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/aria/dossier/ozono-aria.html