Misure di protezione dell’aria per macchine e apparecchi

Le macchine e gli apparecchi di cantiere, gli strumenti di lavoro a benzina e i trattori sono soggetti alle prescrizioni sui gas di scarico dell’UE. Le macchine e gli apparecchi di cantiere diesel devono inoltre rispettare un valore limite per il numero di particelle.


Macchine di cantiere diesel 

La Svizzera ha integrato nell'ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (OIAt) le prescrizioni dell'UE sui gas di scarico per le macchine di cantiere (97/68/CE) per l'impiego nei cantieri. Esse limitano le emissioni di monossido di carbonio (CO), idrocarburi (HC), ossidi di azoto (NOx) e particelle (valore limite per la massa).

Oltre alle prescrizioni emanate dall'UE, le macchine e gli apparecchi di cantiere diesel impiegati nei cantieri sono soggetti a un valore limite per la quantità di particelle (all. 4 OIAt). Attualmente questo valore può essere rispettato solo mediante l'impiego di efficaci filtri antiparticolato.

Protezione dell’aria sui cantieri edili

Cover Protezione dell’aria sui cantieri edili

Direttiva concernente misure funzionali e tecniche per la limitazione delle emissioni di inquinanti atmosferici dai cantieri (Direttiva aria cantieri). Edizione completata. 2016


Strumenti di lavoro a benzina 

Sono considerati strumenti di lavoro gli apparecchi mobili dotati di motore a benzina con una potenza inferiore a 19 kW, come per esempio i tosaerba, le motoseghe o i soffiatori di fogliame. La Svizzera ha integrato nell'OIAt le prescrizioni dell'UE sui gas di scarico per gli strumenti di lavoro a benzina (97/68/CE). I valori limite contribuiscono a ridurre le emissioni di idrocarburi (HC).

Durante l'impiego di piccoli apparecchi come le motoseghe, i tagliasiepi o i tosaerba, l'utente è direttamente esposto ai gas di scarico. L'UFAM raccomanda di utilizzare benzina alchilata priva di composti aromatici. A differenza della benzina tradizionale, quella alchilata è pressoché priva di benzene, una sostanza cancerogena. Inoltre la combustione libera meno inquinanti in generale. La qualità della benzina alchilata è disciplinata nella norma svizzera SN 181 163.


Trattori, macchine agricole e forestali

La Svizzera ha integrato nell'ordinanza concernente le esigenze tecniche per i veicoli stradali (OETV) le prescrizioni dell'UE sui gas di scarico per le macchine agricole e forestali (2005/13/CE).


Macchine industriali

Tra le macchine industriali figurano carrelli elevatori, trattori industriali, macchine spazzatrici, pulitori, piattaforme elevatrici di lavoro e veicoli battipista. Con 17 000 unità, i carrelli elevatori sono la categoria di macchine più numerosa ed emettono anche la maggior quantità di inquinanti atmosferici, soprattutto ossidi di azoto e particolato.

La maggior parte delle macchine industriali non sottostà ad alcuna prescrizione in materia di gas di scarico, a meno che non circoli su strada. Tuttavia, devono rispettare le prescrizioni dell'OIAt (all. 1 n. 82). Numerose macchine industriali, come i carrelli elevatori, circolano in spazi chiusi. Durante l'esercizio devono pertanto rispettare il relativo valore limite per i collaboratori (valore MAK).


Veicoli battipista

In base alle prescrizioni sui gas di scarico, i veicoli battipista non devono essere muniti di un sistema di filtro antiparticolato. Per migliorare la qualità dell'aria nelle stazioni adibite agli sport invernali, nel 2009 il DATEC ha convenuto con l'associazione di categoria Funivie Svizzere di limitare la messa in circolazione agli spartineve cingolati con filtro antifuliggine o tecnologie simili per ridurre le emissioni. Il loro numero è quindi destinato ad aumentare.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 05.10.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/aria/info-specialisti/misure-di-protezione-dellaria/misure-di-protezione-dellaria-per-macchine-e-apparecchi.html