Littering

Per littering si intende l’atto di gettare o abbandonare piccole quantità di rifiuti urbani senza utilizzare gli appositi contenitori. Il littering è un disturbo per tutti e genera costi elevati. Le cause sono molteplici, ad esempio il cambiamento delle abitudini alimentari e di consumo oppure il genere di attività del tempo libero. Il fenomeno del littering è un problema sociale e si può risolvere solo con la collaborazione di tutte le persone coinvolte.

Littering
I rifiuti sparsi per terra disturbano tutti, sia in città che nella natura.

L’UFAM non prevede nessuna tassa sul littering

Nel progetto di nuovo aiuto all’esecuzione sul finanziamento dello smaltimento dei rifiuti urbani sono descritte brevemente le basi giuridiche e la giurisprudenza del Tribunale federale relative all’impostazione delle tasse sui rifiuti in modo conforme al principio di causalità. L’aiuto all’esecuzione dovrà garantire un’esecuzione uniforme in Svizzera.

I rifiuti generati dal littering sono rifiuti urbani il cui smaltimento è di competenza dei Cantoni. Il nuovo aiuto all’esecuzione, destinato a Cantoni e Comuni, riassume le principali conseguenze derivanti dalla giurisprudenza corrispondente (decisione del Tribunale federale per la città di Berna, 2012), ma non emette raccomandazioni su questo tema.

"Finanziamento dello smaltimento dei rifiuti urbani" progetto in consultazione (PDF, 1 MB, 01.12.2017)

Cause del littering 

Le cause del littering sono molteplici. Gli spazi pubblici, ma anche la natura, stanno diventando spazi mobili. Molte attività passano dalla sfera privata a quella pubblica, come per esempio il picnic sulla panchina nel parco o la serata in compagnia in riva al lago. Un'altra causa risiede nel controllo sociale minimo negli spazi pubblici, vale a dire che l'anonimato aumenta la probabilità del littering. Questo fenomeno può essere accentuato dalle dinamiche di gruppo. L'atteggiamento personale influenza il littering in misura significativa: non abbandoniamo le cose che per noi hanno un valore e tendiamo ad inquinare di meno i luoghi che per noi significano qualcosa. Inoltre, non dappertutto si gettano rifiuti in egual misura. Ciò accade maggiormente durante le serate estive nelle zone ricreative, piuttosto che in luoghi di transito. In breve: la causa del littering è il comportamento dell'uomo.

Conseguenze

Si possono suddividere le conseguenze del littering in tre categorie: estetiche, ecologiche ed economiche.

Conseguenze estetiche: la pulizia è un aspetto molto importante per la qualità di vita della popolazione e l'immagine di una città o di un altro spazio pubblico. Il littering è un pregiudizio estetico che compromette la qualità di uno spazio vitale.

Conseguenze ecologiche: i rifiuti gettati per terra non si possono reimmettere nei circuiti dei materiali e non vengono riciclati. Devono quindi essere estratte e lavorate nuove risorse, con tutte le conseguenze ambientali che ciò comporta. Il littering rappresenta un pericolo anche per la fauna e la flora.

Conseguenze economiche: il littering è caro. I costi di pulizia annui ammontano a circa 200 milioni di franchi, di cui il 75 % per gli spazi pubblici. Inoltre le misure di prevenzione e le campagne d'informazione anti-littering comportano costi elevati. Per estensione si possono considerare anche danni socio-economici, ad esempio per il turismo.

Misure

Si può combattere il littering in modo efficace solamente combinando diverse misure mirate. Le misure che risultano più efficaci sono quelle che intervengono sul comportamento dell'uomo. La combinazione continua delle misure è fondamentale.

Pubbliche relazioni e sensibilizzazione: ciò può avvenire mediante manifesti, inserzioni, ambasciatori anti-littering o attraverso operazioni di pulizia comunitarie organizzate nei Comuni o nei quartieri. Si possono ordinare manifesti o prenotare ambasciatori anti-littering gratuitamente presso il Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU).

Informazione e educazione: l'acquisizione di conoscenze nel campo ambientale e di competenze operative concrete è molto importante soprattutto per i giovani. Diverse organizzazioni offrono materiale didattico o visite nelle scuole per insegnare a bambini e ragazzi un atteggiamento consapevole e responsabile verso le risorse naturali.

Sanzioni: le operazioni di informazione e sensibilizzazione non hanno sempre l'effetto sperato su tutti i gruppi di popolazione. Pertanto in alcuni Cantoni e città è stata creata una base legale per comminare multe sul littering. Altre città rinunciano invece in modo consapevole alle multe, ritenendo che queste non siano concretamente attuabili.

Responsabilità

I Cantoni, i Comuni e le città sono responsabili della propria pulizia. Ciò significa mettere a disposizione l'infrastruttura necessaria e organizzare operazioni di informazione e prevenzione. L'infrastruttura comunale (UCS/IC) ha elaborato un indice di pulizia per la valutazione e il monitoraggio della pulizia nelle città e nei Comuni.

L'UFAM svolge un ruolo di consulenza e sostegno per i diversi attori cantonali, comunali e dell'economia privata.

Best Practice Sharing: l'UFAM elabora e diffonde le conoscenze, inoltre sviluppa accordi per le misure anti-littering tra il settore pubblico e l'economia (p. es. accordo tra i giornali gratuiti e i Comuni).

Tavole rotonde: l'UFAM ha istituito una tavola rotonda che permette ogni anno ad attori dell'economia privata, associazioni, città, Comuni e Cantoni di scambiare informazioni e discutere di misure contro il littering.

Sostegno: l'UFAM funge da consulente di Cantoni e Comuni nell'attuazione delle misure (p. es. Littering Toolbox) e sostiene dal lato finanziario e specialistico i progetti di associazioni e privati.

Marchio No-Littering: il marchio per le città, i comuni e le scuole che s’impegnano per la pulizia

Il littering è dispendioso, riduce la qualità di vita e causa danni all’ambiente. Per sostenere le istituzioni nella lotta contro il littering, il Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU) assegna il marchio No-Littering, che premia le città, i comuni e le scuole che s’impegnano in modo attivo e con misure mirate contro il littering. Il marchio dà un contributo a favore di un’immagine positiva dell’istituzione e maggiore risalto alle misure contro il littering. Al contempo, rappresenta anche un riconoscimento e una motivazione per tutte le persone coinvolte. È possibile richiedere il marchio con uno sforzo minimo e a costo zero per poi utilizzarlo per l’intera comunicazione.  

Sponsorizzazioni di luoghi come misura contro il littering

Le sponsorizzazioni di luoghi hanno lo scopo di promuovere la pulizia degli spazi pubblici e di ridurre il littering. I cosiddetti «sponsor» si assumono la responsabilità della pulizia di un determinato spazio pubblico o semipubblico, per esempio il cortile di una scuola. Il sito web di IGSU è destinato ai potenziali organizzatori di sponsorizzazioni di luoghi quali Comuni, scuole, associazioni o imprese. Questo fornisce le istruzioni per l'implementazione di un progetto e uno strumento che sostiene gli organizzatori a gestire in modo semplice i loro progetti di sponsorizzazione di luoghi. Il progetto è stato realizzato con il sostegno dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM).

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 13.07.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/rifiuti/info-specialisti/politica-dei-rifiuti-e-provvedimenti/littering.html