Raccomandazioni per appalti pubblici ecologici

Gli acquirenti pubblici hanno a disposizione un ampio ventaglio di raccomandazioni per promuovere il successo dell’obiettivo legale e strategico della sostenibilità e indire appalti pubblici ecologici. Queste raccomandazioni sono messe a disposizione dal settore pubblico e da altri attori, in particolare sulla Piattaforma delle conoscenze sugli appalti pubblici sostenibili (PAP).


Raccomandazioni generali

La Conferenza degli acquisti della Confederazione (CA) è l’organo strategico dell’Amministrazione federale per i settori Acquisto di beni e Acquisto di prestazioni di servizi. Le sue raccomandazioni in materia di acquisti sostenibili fungono da linee guida per far confluire la sostenibilità negli acquisti pubblici quotidiani. Illustra tra l’altro come integrare nei modi più diversi gli aspetti ecologici in un bando pubblico e come combinarli tra di loro. Infine, fornisce anche indicazioni sulla formulazione sostenibile dei bisogni. Suggerisce per esempio di riflettere se sia meglio affittare o acquistare. Inoltre spiega quali siano le condizioni di partecipazioni conformi e propone criteri di idoneità e di valutazione che illustra sulla base di esempi. Su mandato e all’attenzione della CA, il Gruppo specializzato per gli acquisti pubblici sostenibili della CA elabora raccomandazioni specifiche e altri strumenti.

Interlocutore e responsabile delle raccomandazioni per il settore dell’edilizia è la Conferenza di coordinamento degli organi della costruzione e degli immobili dei committenti pubblici (KBOB). Insieme ai suoi membri, la KBOB garantisce l’uso economico dei fondi per l’intero ciclo di vita dell’immobile, tenendo conto degli aspetti culturali ed ecologici del processo di costruzione. Insieme alla CA, promuove l’affermarsi della nuova cultura in materia di appalti pubblici.

Raccomandazioni specifiche per prodotto e criteri

Il Gruppo specializzato per gli acquisti pubblici sostenibili elabora schede e raccomandazioni con moduli di testo per criteri ecologici. Le basi sono collegate alla PAP o figura un link in fondo alla pagina sotto documenti. Attenzione particolare viene posta sull’economia circolare. Nuovi modelli di acquisizione (affittare invece di acquistare; ripristinare invece che acquistare nuovo), la preferenza per materiali riciclati, l’etichettatura dei materiali e la durata dei prodotti offrono un importante contributo all’uso parsimonioso delle risorse.

Il Toolbox Acquisti sostenibili Svizzera è uno strumento appositamente progettato per gli acquirenti di Comuni piccoli e medi. È stato realizzato su mandato del Gruppo specializzato nato dall’unione di Kompass Nachhaltigkeit e Guide des Achats Professionnels Responsables e comprende raccomandazioni e moduli di testo per criteri di acquisto. Come già le raccomandazioni della CA e della KBOB e altri strumenti ausiliari è disponibile centralmente sulla PAP.

La Commissione europea elabora continuamente criteri di acquisto ecologici per diverse categorie di prodotti.

Marchi

Marchi ambientali e altri marchi possono essere utilizzati quali specifiche tecniche e criteri di assegnazione. I marchi possono inoltre essere utilizzati quale prova del rispetto delle condizioni di partecipazione. Se torna utile alla produzione ecologica e socialmente accettabile di un prodotto che si vuole acquistare, la nuova cultura di aggiudicazione può tenere conto anche di marchi che contemplano requisiti per il comportamento aziendale generale (ad es. Fairtrade).

Il principio dell’equo trattamento impone tuttavia l’accettazione di marchi equivalenti. Devono essere ammesse tutte le offerte che soddisfano gli stessi requisiti. Nell’ambito dell’analisi del mercato di approvvigionamento occorre chiarire quali sono i marchi disponibili sul mercato e quanto è diffusa la loro presenza sul mercato. Se a prova di determinate caratteristiche ecologiche occorre avere determinati marchi, va tenuto presente che i costi cui sono soggetti possono indurre una parte delle PMI a rinunciarvi e quindi a non partecipare a un appalto. Per tale motivo vanno accettate anche le prove equivalenti.

Il portale Labelinfo.ch, sviluppato con il sostegno dell’UFAM, offre una panoramica dei marchi rilevanti presenti sul mercato svizzero.

Gli standard map dell’International Trade Center offrono informazioni e possibilità di confronto per oltre 300 standard per la protezione ambientale, per i diritti dei lavoratori e del lavoro, etica degli affari ecc.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 06.10.2021

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/economia-consumo/info-specialisti/acquisti-pubblici-ecologici/raccomandazioni-per-acquisti-pubblici-ecologici.html