Deflussi discontinui

La nuova legge sulla protezione delle acque intende ovviare all'impatto negativo dello sfruttamento idrico, in particolare alle conseguenze dei deflussi discontinui. In un aiuto all'esecuzione, l'UFAM illustra come sviluppare detto risanamento.

Per ridurre l'impatto dei deflussi discontinui si può ricorrere alle misure seguenti:

  • la deviazione dell'ondata di piena, ad esempio verso un lago o un corso d'acqua più grande;
  • l'immissione dell'ondata di piena in un bacino di compensazione e la restituzione dosata dell'acqua nel corso d'acqua;
  • la riduzione delle oscillazioni tra le portate di piena e le portate ridotte mediante l'aumento della restituzione minima d'acqua dalla centrale;
  • il passaggio meno drastico dalla portata di piena a quella ridotta, ad esempio avviando e arrestando più lentamente le turbine.


Affinché queste e ulteriori misure di risanamento, che consentono di ovviare all'impatto negativo dello sfruttamento idrico, possano essere elaborate e attuate, la Confederazione indennizza interamente ai gestori di centrali idroelettriche i costi computabili. Questo vale anche per il controllo successivo dei risultati.

I fondi per gli indennizzi provengono dal supplemento sui costi di trasporto delle reti ad alta tensione e sono finanziati dai consumatori di elettricità. I proventi di questa tassa, riscossa dal 2012, ammontano a circa 50 milioni di franchi l'anno.

Pianificazione strategica

Una panoramica dei pregiudizi elaborata da parte dei Cantoni nel quadro delle loro pianificazioni strategiche per l'attuazione della legge sulla protezione delle acque mostra che per eliminare la problematica dei deflussi discontinui occorrerebbe risanare circa 100 centrali idroelettriche.

Un modulo dell'aiuto all'esecuzione dell'UFAM «Rinaturazione delle acque» mostra come soddisfare, nell'ambito dei deflussi discontinui, le esigenze poste dalla legislazione sulla protezione delle acque. Il modulo descrive le singole fasi di planificazione e tratta in primo luogo la pianificazione strategica che i Cantoni hanno dovuto elaborare entro fine 2014.

Risanamento deflussi discontinui – Pianificazione strategica

Cover Risanamento deflussi discontinui – Pianificazione strategica

Un modulo dell’aiuto all’esecuzione Rinaturazione delle acque. 2012

I titolari degli impianti idroelettrici esistenti vengono indennizzati per i costi delle misure di risanamento necessarie nei settori deflussi discontinui, materiale solido di fondo e libera circolazione dei pesci.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 21.03.2016

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/misure-per-la-protezione-delle-acque/rinaturazione-delle-acque/deflussi-discontinui.html