Nitrati nelle acque sotterranee

In natura i nitrati sono presenti nelle acque sotterranee solo in concentrazioni minime. Concentrazioni nettamente più elevate, superiori ai 25 mg/l, sono rilevate in un 15 per cento delle stazioni di misurazione dislocate sul territorio nazionale, dove vengono effettuati i campionamenti. Nelle zone dove si pratica prevalentemente un’agricoltura intensiva le concentrazioni superano questo valore nel 60 per cento delle stazioni di misurazione.

Nel 2013, nel 15 per cento delle stazioni di misurazione NAQUA dove sono stati effettuati i campionamenti, la concentrazione di nitrati è risultata superiore all'esigenza di 25 mg/l secondo l'ordinanza sulla protezione delle acque (OPAc). Presso un 3 per cento delle stazioni è stato sorpassato anche il valore di tolleranza prescritto nell'ordinanza sulle sostanze estranee e sui componenti (OSoE), fissato a 40 mg/l.

Concentrazioni di nitrati nel 2013 e percentuale agricola. Valore medio e valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazioni di nitrati nel 2013 e percentuale agricola. Valore medio e valore massimo per stazione di misurazione.

Utilizzazione del suolo

Il rilevamento di concentrazioni elevate di nitrati nelle acque sotterranee è imputabile in primo luogo all'agricoltura intensiva. Nel 2013, l'esigenza secondo l'OPAc è stata superata presso il 45 per cento circa delle stazioni di misurazione situate in zone adibite principalmente alla campicoltura e in un 13 per cento di queste stazioni è stato superato anche il livello di tolleranza fissato nella OSoE.

Concentrazioni di nitrati nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione.
Concentrazioni di nitrati nel 2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per stazione di misurazione.

Evoluzione nel tempo

Dalla metà degli anni Novanta fino al 2002 in molte stazioni di misurazione la concentrazione di nitrati è diminuita di un 10-20 per cento. Negli anni successivi si è registrato un rialzo delle concentrazioni di nitrati soprattutto nelle stazioni situate in bacini imbriferi a prevalente utilizzazione agricola. Dal 2007 le concentrazioni di nitrati hanno segnato un nuovo lieve ribasso nella maggior parte delle stazioni di misurazione.

Oltre a fattori legati all'agricoltura, quali ad esempio l'impiego di concimi, la lavorazione del suolo ecc. la quantità delle precipitazioni e la conseguente ricarica delle falde sotterranee sembra influire in forte misura sulla concentrazione di nitrati nelle acque sotterranee. Se prima del 2002 e dopo il 2006, anni caratterizzati da molte precipitazioni, la concentrazione di nitrati è tendenzialmente scesa, nel periodo 2003-2005 estremamente secco, l'aumento è stato in parte significativo.

Evoluzione delle concentrazioni di nitrati nel periodo 2002-2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per anno e stazione di misurazione.
Evoluzione delle concentrazioni di nitrati nel periodo 2002-2013 in base all’utilizzazione principale del suolo. Valore massimo per anno e stazione di misurazione.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 29.08.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/stato-delle-acque/stato-delle-acque-sotterranee/qualita-delle-acque-sotterranee/nitrati-nelle-acque-sotterranee.html