Clima: dossier

Affrontare i rischi climatici a livello locale

22.11.2022 – L’estate 2022 ce lo ha mostrato chiaramente: le conseguenze dei cambiamenti climatici sono evidenti in tutta la Svizzera e i Comuni sono sempre più confrontati con rischi climatici. Il tool online «Adattamento ai cambiamenti climatici» dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) aiuta i Comuni a riconoscere i rischi potenziali e ad adottare misure adeguate.

27a Conferenza sul clima COP27 a Sharm el-Sheik

20.11.2022 - La 27a Conferenza sul clima (COP27) si è conclusa il 20 novembre 2022 a Sharm el-Sheik. Tra i principali temi trattavi vi erano l’adozione di un programma di lavoro per la protezione del clima e soluzioni per far fronte ai danni causati dal cambiamento climatico. Gli Stati hanno concordato un programma di lavoro fino al 2026.

Sviluppo tecnologico: I pionieri delle NET

Affinché il concetto di emissioni negative di CO2 possa funzionare, occorrono nuove tecnologie e nuovi modelli operativi. Le aziende svizzere sono in pirma linea in entrambi i settori.

Webzine «l'ambiente» 2/2022 - Rimuovere il CO2 dall'aria

01.06.2022 - Dossier: Perché senza tecnologie a emissioni negative (NET) mancheremo gli obiettivi climatici

26a Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP26) a Glasgow

14.11.2021 - La 26a Conferenza sul clima (COP26) si è conclusa il 13 novembre 2021 a Glasgow, in Scozia. I temi principali della Conferenza erano il raggiungimento dell’obiettivo dei 1,5 gradi, l’adozione di norme incisive per la riduzione delle emissioni all’estero e per la rendicontazione come pure la gestione delle perdite e dei danni riconducibili ai cambiamenti climatici. Gli Stati si sono accordati su norme che prevengono doppi conteggi fra i Paesi delle riduzioni delle emissioni ottenute all’estero. Sono quindi state adottate le ultime norme di attuazione dell’Accordo di Parigi. La Svizzera si è impegnata nel quadro della Conferenza affinché tali doppi conteggi siano evitati. Il nostro Paese si è già impegnato in precedenza per il rispetto di regole di mercato severe nell’ambito di accordi bilaterali.

Legge sul CO2 e protezione del clima

29.03.2021 - In quanto paese alpino, la Svizzera risente particolarmente dei cambiamenti climatici. Il Consiglio federale e il Parlamento vogliono pertanto ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 e intendono farlo con la revisione della legge sul CO2 (revisione totale). Questa mira a dimezzare - entro il 2030 - le emissioni di gas a effetto serra del nostro Paese rispetto ai livelli del 1990. Le misure adottate finora non sono infatti sufficienti per raggiungere tale obiettivo. Riuscito il referendum contro la nuova legge, i cittadini saranno chiamati ad esprimersi alle urne il 13 giugno 2021.

25a Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP25) a Madrid

15.12.2019 - La 25a Conferenza sul clima (COP25), tenutasi a Madrid si è conclusa il 15 dicembre. La COP25 ha trattato temi importanti quali l’adozione di regole di attuazione incisive nella gestione delle riduzioni delle emissioni realizzate all’estero come pure nella gestione delle perdite e dei danni causati dai cambiamenti climatici. Non è stato possibile adottare regole per i meccanismi di mercato volte a escludere il doppio computo delle riduzioni di emissioni realizzate all’estero. La Svizzera si rammarica della decisione e vuole ora impegnarsi, insieme a diversi Paesi partner, affinché siano adottate ambiziose regole di mercato comuni.

24. Conferenza sul clima COP24 a Katowice (PL)

15.12.2018 - La 24a Conferenza sul clima a Katowice, in Polonia, si è conclusa il 15 dicembre. La Conferenza ha adottato 20 decisioni e direttive che specificano l’attuazione dell’accordo di Parigi sul clima. Secondo la delegazione svizzera queste disposizioni sono sufficienti per garantire la trasparenza necessaria ai fini dell’attuazione efficace dell’Accordo di Parigi sul clima.

Più energia rinnovabile, veicoli più efficienti: La politica climatica sta cambiando la Svizzera

22.11.2018 – La Svizzera si è impegnata a ridurre le emissioni di gas serra del 50 per cento entro il 2030 rispetto all’anno di riferimento 1990. Più energia rinnovabile, veicoli più efficienti, pompe di calore al posto di riscaldamenti a olio: Grazie alla politica climatica attuata congiuntamente da Confederazione e Cantoni, dal 1990 sono cambiate molte cose nei settori dell’edilizia, dei trasporti e dell’industria. Di seguito è riportata una breve panoramica dei progressi compiuti.

23a Conferenza sul clima COP23 a Bonn

18.11.2017 - Nell'ambito della Conferenza presieduta dalle Isole Figi, gli Stati hanno espresso il loro impegno a favore del clima e dell'Accordo di Parigi. Inoltre hanno trovato un accordo sui documenti di base che riassumono le diverse posizioni su tutti i punti da negoziare per elaborare le regole di attuazione dell'accordo. Dette regole dovrebbero essere adottate nel 2018 nel corso della prossima Conferenza per il clima.
https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/clima/dossier.html