Riserve idriche sotterranee

La Svizzera è ricca di acque sotterranee. Le riserve idriche sotterranee sono presenti quasi ovunque, nelle rocce incoerenti vicine alla superficie come pure in rocce fessurate e carsificate. Costituiscono un’importante risorsa naturale ed economica.

Nel complesso, la Svizzera dispone di quantità abbondanti di acque sotterranee. Queste riempiono le cavità del sottosuolo, sono ricaricate da pioggia e corsi d’acqua e costituiscono un elemento del ciclo idrico. Nel sottosuolo sono immagazzinati circa 150 chilometri cubi (150 mld. di m3) di acqua, che costituiscono il secondo serbatoio d’acqua più importante in Svizzera dopo i laghi. Più del 10 per cento di queste acque (ca. 18 km3) può essere rinnovato ogni anno ed estratto senza ripercussioni permanenti sull’ambiente.

Risorsa importante per l’uomo e la natura

Le acque sotterranee sono utilizzate per numerosi scopi e rappresentano in particolare l’elemento centrale della nostra alimentazione, l’acqua potabile. In Svizzera, le acque sotterranee coprono 80 per cento del fabbisogno in acqua potabile. Circa la metà è estratta attraverso pozzi, mentre l’altra metà attraverso sorgenti.
Le acque sotterranee sono utilizzate in misura crescente a fini energetici, per il riscaldamento o il raffreddamento e sono un elemento vitale per le zone umide ecologicamente importanti e, con le loro numerose sorgenti, i corsi d’acqua sotterranei e l’alimentazione di corsi d’acqua costituiscono una componente caratteristica del paesaggio.

Tipi diversi di acquiferi

Il sottosuolo è al contempo un serbatoio e un filtro per l’acqua. A seconda della geologia si distinguono acquiferi in rocce incoerenti, in rocce fessurate o in rocce carsificate con caratteristiche specifiche per quanto attiene a resistenza, capacità di ritenzione o velocità di deflusso delle acque. Questi fattori, unitamente alla copertura del suolo influiscono sulla qualità e sulla quantità delle acque sotterranee, soprattutto per quanto concerne la protezione naturale contro gli inquinanti o la disponibilità di acque sotterranee nei periodi di siccità.

Tipi di acquiferi in Svizzera

Le riserve idriche sotterranee della Svizzera più importanti per l’economia idrica si trovano nelle rocce incoerenti vicine alla superficie delle valli fluviali dell’Altipiano e lungo le principali valli alpine. Anche le zone carsiche del Giura e delle Alpi con le loro grandi sorgenti sono importanti fonti di acque sotterranee. Le rocce molassiche, porose e fessurate, dell’Altipiano e le rocce cristalline fessurate delle Alpi racchiudono riserve idriche sotterranee vicine alla superficie d’importanza locale. Nella roccia sono inoltre presenti sistemi di deflusso delle acque sotterranee che consentono di alimentare fonti termali e minerali.

Disponibilità sostenibile

In Svizzera il fabbisogno in acqua potabile e industriale è pari a circa il 7 per cento (1,3 km3) della quantità utilizzabile di acque sotterranee disponibili all’anno. Nonostante le abbondanti quantità disponibili, in periodi di siccità l’acqua potrebbe ridursi a livelli tali da creare problemi di approvvigionamento a livello locale. Inoltre, nelle riserve idriche sotterranee situate a prossimità degli agglomerati urbani e delle zone con utilizzazione intensiva a scopo agricolo si registrano dei deficit qualitativi. Le acque sotterranee devono quindi essere gestite e protette in modo sostenibile al fine di garantirne la disponibilità e le numerose funzioni. A tale scopo, l’UFAM rileva e valuta a livello nazionale lo stato e l’evoluzione della quantità e della qualità delle acque sotterranne nel quadro dell’Osservazione nazionale delle acque sotterranee NAQUA.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 29.08.2018

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/acque/info-specialisti/stato-delle-acque/stato-delle-acque-sotterranee/riserve-idriche-sotterranee.html