Stato degli habitat in Svizzera

La Svizzera ha una grande varietà di habitat: se ne contano oltre 230 di diverso tipo (come formazioni a roverella, praterie steppiche tipiche ecc.). Tuttavia quasi la metà è considerata minacciata. Nella maggior parte degli spazi vitali la qualità ecologica è in continua diminuzione. Ciò vale anche per i biotopi protetti d’importanza nazionale.

Senza habitat non esiste diversità delle specie. A lungo termine, tuttavia, la quantità, la qualità e l’interconnessione di molti spazi vitali non sono sufficienti a preservare la biodiversità e i suoi servizi ecosistemici. L’effettivo fabbisogno di aree ad alto valore ecologico è notevolmente superiore alla superficie residua. Per poter sopravvivere, molte specie necessitano di spazi vitali più estesi e meglio collegati tra loro.

Lista rossa degli habitat minacciati

La lista rossa degli ambienti mostra lo stato di 167 tipi di habitat esistenti in Svizzera e analizza la diffusione delle comunità di specie in alcuni di essi.

Dei 167 tipi di habitat il 48 per cento figura nella lista rossa, mentre un altro 13 per cento è potenzialmente minacciato. Quelli maggiormente in pericolo sono gli habitat acquatici, palustri e agricoli. Tutti i settori degli spazi vitali presentano forti perdite di superficie e di qualità.

Ambienti prioritari a livello nazionale (APN)

La lista degli ambienti prioritari a livello nazionale integra la lista delle specie prioritarie a livello nazionale. La priorità è definita in base alla combinazione tra il grado di minaccia e la responsabilità della Svizzera per quel tipo di ambiente.
La lista degli ambienti prioritari a livello nazionale comprende 98 tipi di habitat afferenti a 8 diversi settori. L’85 per cento degli ambienti prioritari necessita di misure di cura e valorizzazione.

Liste des espèces et des milieux prioritaires au niveau national

Cover Lista delle specie prioritarie a livello nazionale

Specie e ambienti prioritari da promuovere in Svizzera. 2019

Stato degli habitat per settori

Acque, sponde e zone umide

Il 71 per cento delle acque figura nella lista rossa, tra cui tutte le acque stagnanti. In molti corsi d’acqua l’ecomorfologia, il regime di deflusso e la migrazione dei pesci sono compromessi. Nell’Altipiano numerosi corpi idrici sono coperti o scomparsi. Le sponde e le zone umide, inoltre, continuano a essere sotto pressione (85% nella lista rossa).

Superfici a uso agricolo

Nel paesaggio rurale l’attività agricola, con i suoi elevati apporti di azoto e prodotti fitosanitari, ha un impatto negativo sulla diversità delle specie. Dalla lista rossa risulta che il 43 per cento dei prati e pascoli di diverso tipo è minacciato.

Boschi

Gran parte dei boschi svizzeri è considerata seminaturale. In alcuni punti, tuttavia, mancano le fasi di sviluppo ricche di legno morto,di soprassuolo invecchiato e popolamenti radi e umidi. Nel complesso il 41 per cento delle tipologie di bosco è presente nella lista rossa.

Habitat urbani

Le zone urbane con aree verdi prossime allo stato naturale possono presentare una biodiversità sorprendentemente elevata. Qui alcune specie trovano un’alternativa ad habitat ormai scomparsi nel paesaggio. A Zurigo, ad esempio, vivono 1200 specie di felci e piante fiorite selvatiche – pari a un buon 40 per cento di tutte le specie presenti in Svizzera.

Anche i tetti verdi offrono una grande potenzialità. Dai rilevamenti effettuati a Basilea è risultato che su alcuni tetti vivono fino a 13 specie di ortotteri, oltre 80 specie di coleotteri e più di 150 specie vegetali. Nelle città di oggi sono diffusi anche i pipistrelli, che negli edifici trovano un posto ideale per la cova. Qui, inoltre, insetti come le api selvatiche o i coleotteri del legno trovano una ricca varietà di habitat.

Habitat alpini

Le Alpi celano una grande varietà di habitat e di specie: i pascoli alpini e i prati da fieno, ad esempio, sono tra le superfici più ricche di biodiversità della Svizzera. Tuttavia, gli usi sempre più intensivi, le attività per il tempo libero, l’apporto di azoto e i cambiamenti climatici si ripercuotono negativamente sugli habitat alpini. Secondo la lista rossa degli ambienti, circa un quarto degli habitat appartenenti al gruppo «Ghiacciai, rocce, ghiaioni, depositi fluviali e glaciali» è minacciato.

Oltre alla vegetazione pioniera alpina e ai ghiacciai stessi, anche alcuni tipi di superfici prative (ad es. i prati aridi con Sesleria comune nelle Alpi calcaree meridionali) sono in pericolo.

Biotopi d'importanza nazionale

Persino negli habitat protetti a livello nazionale si assiste a un calo della biodiversità. Come rileva il monitoraggio della protezione degli habitat in Svizzera (WBS), nonostante lo status di protezione la qualità ecologica di paludi, zone golenali e siti di riproduzione degli anfibi è in diminuzione. Anche i prati e i pascoli secchi protetti registrano una perdita di biodiversità.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 13.07.2022

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/biodiversita/info-specialisti/stato-della-biodiversita-in-svizzera/stato-degli-habitat-in-svizzera.html