Carta e cartone

Per la fabbricazione di 1,2 milioni di tonnellate di carta in Svizzera occorre circa 1 milione di tonnellate di fibre ogni anno. Il 90 per cento di tali fibre proviene dalla carta usata. Il riciclaggio della carta usata e del cartone fornisce quindi un contributo importante alla gestione sostenibile della materia prima rinnovabile legno.

Dati

La disponibilità dei dati è, tutto sommato, confortante (cfr. anche le statistiche UFAM).

Raccolta differenziata

La raccolta differenziata della carta e del cartone usati viene praticata in Svizzera ormai da decenni ed è entrata a far parte del modus vivendi della maggioranza della popolazione. È molto praticata la raccolta ai bordi della strada in giorni prestabiliti (sistema di raccolta). Inoltre, vi sono numerosi Comuni dove la gente fa ampio uso degli appositi contenitori predisposti in determinati punti del territorio comunale (sistema di consegna). A seconda del destinatario (in particolare nel caso delle cartiere), la carta usata è raccolta separatamente dal cartone (destinato prevalentemente ai cartonifici).

Trattamento / infrastruttura

In parte, la merce raccolta viene inviata direttamente nelle cartiere e nei cartonifici, in parte viene invece inviata in apposite aziende, dove è separata a seconda della sua qualità. Dato che la qualità della carta raccolta non corrisponde in maniera ottimale ai requisiti delle aziende di smaltimento svizzere, essa viene in gran parte esportata. Per contro, il nostro Paese importa qualità di carta e cartone usati non disponibili sul mercato svizzero.  A seconda del prodotto, i tipi di carta straccia e di cartone fabbricati includono quote di materiale riciclato molto diverse.

Interlocutori / responsabili

  • Comuni, Union des Villes Suisses (Infrastrutture comunali)
  • Piattaforma di informazioni Riciclaggio carta + cartone
  • Associazione dell'industria svizzera della cellulosa, della carta e del cartone (ZPK)
  • Unione svizzera dei fornitori di carta usata all'industria (VSIA),
  • Comunità d'interessi dell'industria svizzera del cartone ondulato (IWIS)
  • Cartiere e cartonifici

Finanziamento

Per decenni, i Comuni hanno finanziato la raccolta e lo smaltimento della carta e del cartone riscuotendo tasse o imposte non commisurate alle quantità di questi rifiuti. Tali modalità di finanziamento sono contrarie al principio di causalità. Inoltre, le forti variazioni dei prezzi sui mercati internazionali hanno un incidenza notevole e imprevedibile sulla contabilità dei costi. Questi motivi e la pressione dei costi sui bilanci comunali hanno indotto l'Unione delle città svizzere e l'Associazione dei comuni svizzeri a concordare un nuovo modello di finanziamento con gli acquirenti della carta usata. È stato pertanto stipulato un contratto quadro che dal gennaio 2007 garantisce a ogni Comune l'acquisto della carta usata a un prezzo fisso minimo. Indipendentemente da tale contratto, vi sono numerose Città e Comuni che da tempo riescono a negoziare condizioni favorevoli sul mercato della carta usata.

Necessità d'intervento

L'attuale quota di riciclaggio della carta usata deve essere mantenuta e, se possibile, addirittura aumentata. I Comuni sono interessati a ottimizzare periodicamente la loro infrastruttura tenendo conto del fatto che la raccolta della sola carta genera maggiori introiti rispetto alla raccolta mista di carta e cartone. Inoltre è necessario migliorare l'informazione della popolazione sull'utilizzazione della carta usata fatta dai Comuni. Ciò costituisce un importante compito permanente.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 05.07.2019

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/rifiuti/guida-ai-rifiuti-a-z/carta-e-cartone.html