Bottiglie in PET per bevande

Le bottiglie in PET per bevande sono leggere, infrangibili e ampiamente diffuse proprio grazie a queste caratteristiche. I consumatori consegnano quattro quinti delle bottiglie svuotate ai punti di raccolta. Rispetto alla produzione ex novo, il riciclaggio riduce della metà l’impatto ambientale. Fondamentale è che il materiale raccolto non venga mescolato con materie estranee.

Le bottiglie in PET per bevande monouso si sono affermate come imballaggi standard per bevande zuccherate e acqua minerale. Le materie plastiche hanno infatti il pregio di essere leggere e infrangibili.

Valutazione ecologica

PET è l'abbreviazione di polietilene tereftalato. La materia plastica appartiene al gruppo dei poliesteri e viene ottenuta da idrocarburi prevalentemente di origine fossile (petrolio, gas naturale). Per produrre un chilogrammo di PET occorrono quasi due chilogrammi di petrolio greggio. Poiché il materiale è composto unicamente da ossigeno, idrogeno e carbonio, la sua eliminazione non determina emissioni di inquinanti. Riciclare questo materiale è considerato ecologico. Infatti, produrre bottiglie dal granulato riciclato richiede solo la metà dell'energia rispetto alla produzione di bottiglie ex novo. Affinché le bottiglie in PET per bevande presentino un buon bilancio ecologico è richiesta un'elevata quota di riciclaggio, come quella raggiunta attualmente in Svizzera, e un'elevata quota di granulato riciclato ottenuta durante la produzione ex novo.

Solo per le bottiglie in PET per bevande esiste un sistema di riciclaggio. Altri imballaggi in PET e altri rifiuti in materia plastica che non vengono valorizzati dal punto di vista materiale finiscono negli impianti di incenerimento dei rifiuti urbani. Le emissioni sono limitate grazie all'impiego di filtri e al trattamento dei gas di scarico. Il calore ottenuto viene impiegato per produrre energia elettrica e per riscaldare, sostituendo in questo modo i vettori energetici fossili.

Raccolta differenziata

Da molti anni i consumatori raccolgono oltre l'80 per cento delle bottiglie in PET per bevande messe in circolazione e le destinano al riciclaggio. Attualmente ogni persona raccoglie quasi cinque chilogrammi di PET all'anno. L'ordinanza sugli imballaggi per bevande (OIB) prescrive una quota di almeno il 75 per cento. Se tale percentuale non viene raggiunta, la Confederazione può introdurre un deposito.

Secondo l'OIB, commercianti, produttori e importatori che vendono bevande in bottiglie in PET devono riprendere i recipienti vuoti e destinarli al riciclaggio. Gli attori presenti sul mercato possono affidare questo incarico a un'organizzazione di riciclaggio. Tutti i partecipanti al mercato sono inoltre soggetti all'obbligo d'informare: l'OIB (artt. 18 e 19) prescrive che le quantità di imballaggi per bevande messe in circolazione e riprese, come pure quelle importate ed esportate, vengano comunicate alla Confederazione.

Sebbene esistano diversi prodotti in PET, al riciclaggio si prestano esclusivamente le bottiglie in PET per bevande. Tutti gli altri materiali per imballaggi in PET contaminano il materiale di raccolta. Infatti, da un lato esistono diversi tipi di PET di composizione chimica diversa che non possono essere riciclati insieme, dall'altro il granulato riciclato per bottiglie per bevande deve soddisfare elevati requisiti igienici. Le bottiglie per il latte sono composte da polietilene (PE) e anch'esse non devono essere mescolate con le bottiglie in PET. La loro raccolta e il riciclaggio sono gestiti in un sistema separato.

Attualmente in Svizzera esistono oltre 50 000 punti di raccolta per le bottiglie in PET. Il sito web delle organizzazioni di riciclaggio indica su una carta dove essi sono situati.

Smaltimento e riciclaggio

Le bottiglie per bevande impiegate e raccolte in Svizzera sono selezionate e riciclate per la maggior parte sul territorio nazionale. Attraverso il sistema di raccolta le bottiglie finiscono nei centri di cernita per la ripartizione in base al colore. Dai prodotti chiari e leggermente blu viene prodotto il granulato che serve a produrre le bottiglie per bevande. Le bottiglie di colore diverso costituiscono il materiale grezzo di prodotti come fibre, fogli, nastri per imballaggi o altri imballaggi. Singoli rivenditori riciclano le merci raccolte all'estero.

Finanziamento

PET-Recycling Schweiz (PRS) gestisce il finanziamento della raccolta e del riciclaggio sulla base di una soluzione di settore volontaria. L'organizzazione di raccolta privata riscuote sulle bottiglie per bevande in PET un contributo di riciclaggio anticipato, compreso nel prezzo d'acquisto. I proventi sono utilizzati per la costruzione e la manutenzione della logistica di raccolta e per finanziare campagne d'informazione pubbliche.

Necessità d'intervento

In futuro occorrerà agevolare ulteriormente la raccolta di bottiglie in PET per bevande. Una rete più fitta di punti di raccolta presso edicole e stazioni di servizio nonché campagne di motivazione contribuirebbero a incrementare la quota di ritorno e a ridurre il littering.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 05.07.2019

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/rifiuti/guida-ai-rifiuti-a-z/bottiglie-in-pet-per-bevande.html