Sostanze ignifughe

Determinate sostanze ignifughe particolarmente problematiche per l'uomo e per l'ambiente sono soggette a divieto totale, per altre sostanze ignifughe sussistono limitazioni specifiche, ad esempio per i «prodotti tessili di abbigliamento». Le disposizioni concernenti le sostanze ignifughe si trovano nei vari allegati dell'ordinanza sulla riduzione dei rischi inerenti ai prodotti chimici.

Basi legali



1. Punti salienti

  • In applicazione della decisione della sesta Conferenza delle Parti della Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP) non è consentito produrre, immettere sul mercato o impiegare esabromociclododecani (HBCDD) né sostanze e preparati che li contengono. Inoltre è vietata l'immissione sul mercato di nuovi oggetti i cui componenti contengono HBCDD.
  • In applicazione della decisione della quarta Conferenza delle Parti della Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP) e in linea con il Regolamento (UE) 2019/1021 (Convenzione POP) non è consentito produrre, immettere sul mercato o impiegare i seguenti difenileteri polibromati (PBDE) né sostanze e preparati che ne contengono una quantità superiore allo 0,001 %:
    - tetrabromodifeniletere (TetraBDE)
    - pentabromodifeniletere (PentaBDE)
    - esabromodifeniletere (EsaBDE)
    - eptabromodifeniletere (EptaBDE)
    È inoltre vietata l'immissione sul mercato di nuovi oggetti i cui componenti contengono una quantità superiore allo 0,001 % dei PBDE sopraccitati.
  • Analogamente alle prescrizioni dell'allegato XVII del Regolamento REACH non è consentito produrre, immettere sul mercato o impiegare ottabromodifeniletere (OctaBDE) né sostanze e preparati che lo contengono. È inoltre vietata l'immissione sul mercato di nuovi oggetti i cui componenti contengono una quantità superiore allo 0,1 % di OctaBDE.
  • In applicazione della decisione della quarta Conferenza delle Parti della Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP) e in linea con il Regolamento (UE) 2019/1021 (Convenzione POP) non è consentito produrre, immettere sul mercato o impiegare esabromobifenile (HBB) né sostanze e preparati che lo contengono. È inoltre vietata l'immissione sul mercato di nuovi oggetti contenenti HBB. 
  • I PBDE e gli HBB contenuti nei componenti di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono soggetti all'allegato 2.18.
  • Analogamente alle prescrizioni dell'allegato XVII del Regolamento REACH non è consentito immettere sul mercato prodotti tessili che entrano a contatto con la pelle direttamente o indirettamente se contengono tris-(2,3-dibromopropil)fosfato o tris-(aziridinil)fosfinossido.

2. Deroghe

I divieti non si applicano a:

  • scopi legati all'analisi e alla ricerca;
  • preparati e oggetti fabbricati, in tutto o in parte, con materiali riciclati o con materiali di scarto preparati per il riutilizzo, se il rispettivo contenuto in massa di TetraBDE, PentaBDE, EsaBDE e EptaBDE non è superiore allo 0,1 %.

Ulteriori informazioni

Documenti

Verbaute Dämmungen EPS/XPS (PDF, 1 MB, 02.02.2015)Studie zu Hexabromcyclododecan-haltigen Dämmstoffen im Baubereich im Auftrag des BAFU

Contatto
Ultima modifica 29.09.2021

Inizio pagina

https://www.bafu.admin.ch/content/bafu/it/home/temi/prodotti-chimici/info-specialisti/prodotti-chimici--disposizioni-e-procedure/sostanze-ignifughe.html